mercoledì, 24 Luglio , 24

Diagram: collaborazione con Intesa SP per analisi dati agroalimentare

Strumenti a disposizione della direzione Agribusiness Milano, 24...

Conad sostiene l’associazione Donne del retail

Lusetti: siamo i primi, mi auguro lo...

Roma, 3, 5 e 6 agosto Filosofie sotto le stelle allo Stadio Palatino

In concomitanza con il World Congress of...

BPM: 2 mln finanziamento a Brivio & Viganò per impianto fotovoltaico

Operazione con garanzia SACE Banco BPM ha perfezionato...

Vino, Moltelvini (Treviso): nel 2022 oltre 31 mln di euro di fatturato

AttualitàVino, Moltelvini (Treviso): nel 2022 oltre 31 mln di euro di fatturato

Con 7,3 mln di bottiglie. Azienda investirà ora 4 mln in sostenibilità

Milano, 30 gen. (askanews) – Montelvini, storica Cantina di Venegazzù (Treviso), ha chiuso il 2022 con un fatturato che ha superato i 31 milioni di euro, con oltre 7,3 milioni di bottiglie commercializzate, di cui 360mila solo di Asolo Prosecco Superiore Docg. Un record, come riferito dall’azienda veneta, che ha spiegato che i risultati positivi sono arrivati anche dall’export che rappresenta il 34% del fatturato totale, grazie ad una presenza in oltre 50 Paesi, con una particolare attenzione al Far East.

“Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto nel 2022, un anno complesso e allo stesso tempo stimolante: nonostante l’aumento dei prezzi, la volontà del consumatore di non rinunciare alla qualità non ha scoraggiato le vendite, a dimostrazione del valore premium che il mercato riconosce al brand Montelvini” ha dichiarato il Ceo di Montelvini, Alberto Serena, aggiungendo che “per noi essere sostenibili significa non sfruttare in eccesso il nostro territorio, ma elevare la qualità e il valore dei vini che produciamo, con cura e passione: a dimostrazione di questo, il prezzo medio negli ultimi cinque anni è aumentato del 50%, a fronte degli stessi volumi di vendita”.

La Cantina di Venegazzù è stata tra le prime tre aziende dell’area del Prosecco e l’unica del territorio Asolo-Montello ad aver ottenuto la certificazione di sostenibilità Equalitas. “Tutti i nostri investimenti hanno come obiettivo il miglioramento qualitativo e il dialogo con il territorio” ha spiegato la dg Sarah Serena, ricordando che “dopo aver ultimato nel corso del 2022 la nuova area di conferimento delle uve, che permette di coccolare la materia prima dal primo momento in cui entra in cantina, per il 2023 abbiamo in programma di investire 4 milioni di euro, sempre con un occhio di riguardo all’ambiente”. “Oltre ad una nuova area dedicata all’ampliamento del parco autoclavi – ha precisato – tutte le nostre strutture aziendali verranno dotate di un impianto fotovoltaico: un passo in più rispetto all’energia ottenuta da fonti rinnovabili che utilizziamo già da diversi anni. Essere sostenibili – ha concluso Serena – significa portare avanti progetti tangibili per dimostrarlo”.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles