giovedì, 29 Febbraio , 24

Meloni: 720 mln per Roma-Pescara, opera messa in sicurezza

Grazie al lavoro di Salvini e Fitto...

Fiat: Panda almeno fino al 2027 a Pomigliano, produzione +20%

Francois: La storia fra Panda e l’Italia...

In Puglia al via procedure calamità siccità per comparto agricolo

Incontro tra ass. regionale, delegazione agrumicoltori, Coldiretti Roma,...

Lettera 23 ass. ambientaliste a Lollobrigida su futuro agricoltura

A Tavolo politico permanente anche associazioni società...

Vino, il tema della sostenibilità al centro del Merano WineFestival

AttualitàVino, il tema della sostenibilità al centro del Merano WineFestival

Presentata la 31esima edizione che si terrà dal 4 all’8 novembre
Milano, 20 ott. (askanews) – Sarà la sostenibilità il tema centrale del 31esimo “Merano WineFestival”, che si terrà nella cittadina in provincia di Bolzano dal 4 all’8 novembre. Ad aprire la rassegna ideata dal “The WineHunter” Helmuth Köcher e presentata questa mattina, sarà infatti il 4 e 5 novembre il summit “Respiro e grido della terra”: sei incontri e gruppi di analisi sui temi dell’acqua, dell’innovazione, della sicurezza alimentare e della sostenibilità delle filiere enologiche, delle certificazioni in viticoltura, alcuni si aggiungeranno alcune “case history” come il modello “Abruzzo sostenibile”. Il summit ha come scopo finale la redazione di un Manifesto, sottoscritto da tutti gli opinion leader e stakeholders, da consegnare al prossimo ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali. Focus sulla sostenibilità anche dal confronto sulle pratiche portate avanti dalla Campania e dalla ex Repubblica sovietica della Georgia (presente con 10 produttori e due showcooking) che culminerà con un “Exclusive Dinner Georgia and Campania”. Il tema toccherà anche il consolidato appuntamento “Naturae et Purae” (dal 4 al 7 novembre), convegno ideato da Helmuth Köcher e dal giornalista Angelo Carrillo, che sarà dedicato al tema “Wine Resilience – Spiriti Estremi: dalle isole del Mediterraneo a quelle dello spirito”. A Merano, assieme agli oltre 700 migliori prodotti selezionati durante l’anno da “The WineHunter” proposti tra il “Kurhaus” e la “Gourmet Arena”, troveranno spazio 18 chef con numerosi shoowcooking, sette talks, 16 masterclass, due presentazioni di libri (“Il Bicchiere d’Argento” a cura di Cucchiaio d’Argento e in collaborazione con Luca Gardini, e “I vini del cuore”) e un “Red wave”, il fuorisalone che anima Merano nelle giornate del festival, oltre alle 330 etichette presenti nella “The WineHunter Area”. Tra le novità di quest’anno, la premiazione dei “Platinum Award” durante la cerimonia di apertura del festival, con ospite d’eccezione Gerry Scotti (che che ha ottenuto la Corona dei Vinibuoni d’Italia 2023 per il suo Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg Extra Brut), e il cortometraggio del regista Carlo Guttadauro sulle origini di questa manifestazione. La selezione “Wine Italia”, “The WineHunter Selection Area”, “Wine internazionale” e “Catwalk Champagne” saranno ospitate all’interno del Kurahus, mentre la “GourmetArena” rimane location prediletta per “Food – Spirits – Beer”, con l’area riservata a “Territorium and Consortium Campania” tra eccellenze e showcooking e, novità di quest’anno, un format simile dedicato alla regione Abruzzo. “The WineHunter Talks Naturae et Purae”, il focus sui vini biologici, biodinamici, naturali, orange, PIWI di agricoltura integrata, si svolgerà invece all’Accademia degli Studi Italo Tedeschi. Diversi, infine, gli appuntamenti legati al business con buyers attesi da tutto il mondo. continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles