domenica, 21 Luglio , 24

M.O., Netanyahu: raid in Yemen “risposta” ad attacco Houthi a Tel Aviv

Premier israeliano: Houthi “parte dell’asse del male...

Vino, Les Grands Chais de France raddoppia vendite Cremant in Italia

In primo semestre 2024 già vendute 200mila...

Carmine Padula, oltre la colonna sonora

Lunedì 22 luglio, alle ore 21,30, i...

Vino, Castello Del Terriccio partner di “Una montagna di libri”

Il 4 agosto a Cortina conversazione sul...

VIDEO | Olocausto, la Chiesa valdese: “I cristiani lo hanno lasciato ‘succedere’”

PoliticaVIDEO | Olocausto, la Chiesa valdese: “I cristiani lo hanno lasciato ‘succedere'”

TRIESTE – “Noi ricordiamo i ‘giusti’ quelli che hanno salvato gli ebrei entro un pagliaio, in un sottoscala, sotto un tetto. Grazie a loro noi oggi ancora possiamo pregare il Signore senza vergogna. Ma non possiamo dimenticare che nell’Europa cristiana, più cristiana di quanto non sia oggi, il Cristianesimo non è stato antidoto sufficiente per respingere questi comportamenti aberranti. Il fatto che la legge fosse diventata il contrario del diritto, il fatto che sparivano dei vicini di casa”. Così il pastore della Chiesa metodista e valdese di Trieste, Peter Ciaccio, protagonista oggi alla cerimonia del Giorno della Memoria nella Risiera di San Sabba di uno degli interventi più accorati e severi in cui ha evidenziato la responsabilità dei cristiani nelle persecuzioni nazifasciste degli ebrei.

LEGGI ANCHE: Perché il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria

“SI PENSAVA CHE GLI EBREI FOSSERO ‘ERRORI DELLA STORIA’”

“I cristiani non hanno alzato la loro voce- continua il pastore valdese- perché qualche cosa li aveva anestetizzati. E quel qualcosa era una predicazione, un catechismo che diceva che gli ebrei sono quasi un ‘errore della storia’, perché una volta che è arrivato Gesù, ci siamo noi, siamo noi il nuovo popolo di Dio”, sottolinea Ciaccio. E conclude: “Se noi non ricordiamo questo e non lo prendiamo come insegnamento, è difficile andare avanti, non con la certezza, ma con la buona probabilità che la prossima volta saremo invece dalla parte giusta”.

LEGGI ANCHE: Poca partecipazione alla risiera di San Sabba, unico campo di concentramento in Italia
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles