mercoledì, 17 Aprile , 24

Spallanzani, il laboratorio di Virologia “riferimento europeo”

Il riconoscimento dalla Commissione UeMilano, 17 apr....

Vino, Busi: banche ci diano respiro su credito e Bce tagli costo denaro

Pres. Consorzio Chianti: sarebbe soluzione a tanti...

Vino, Conegliano Valdobbiadene per 3 anni bollicina di Biennale Cinema

Bortolomiol: a Venezia per consolidare il posizionamento...

Verdi-Si: non consegnare Lazio a destra, Pd-M5s riprendano dialogo

AttualitàVerdi-Si: non consegnare Lazio a destra, Pd-M5s riprendano dialogo

Bonelli: “Calenda? Noi non mettiamo veti, no inceneritore”

Roma, 9 nov. (askanews) – “Un appello chiaro e forte al Pd e al Movimento Cinquestelle perchè si parlino per il bene del Paese” e si possa costruire “una convergenza” che consenta di “non consegnare il Lazio alla destra” alle prossime Regionali. A lanciarlo, durante una conferenza stampa alla Camera, Nicola Fratoianni ed Angelo Bonelli di Alleanza Verdi-Sinistra.

“Vogliamo in queste ore creare le condizioni – ha detto Bonelli -, partendo dalle cose condivisibili che Conte ieri ha detto e a cui ne aggiungiamo altre, per una convergenza” con la quale, “eliminate le prese di posizione ideologiche”, si possa arrivare a “soluzioni” anche sulla questione della gestione dei rifiuti a Roma, per la quale Avs ha ribadito la contrarietà alla realizzazione di un nuovo inceneritore. Insomma “se qualcuno ha deciso di fare perdere, non ci stiamo e lavoriamo come costruttori perchè ci sia un confronto” ha aggiunto Bonelli. Mentre Fratoianni ha sottolineato la necessità “di non rinunciare ad alleanze che siano in grado di giocare la partita ed essere competitive”.

Una convergenza aperta anche al Terzo Polo di Calenda? “Il problema è di Calenda, non è nostro – ha risposto Bonelli -. Per noi contano i programmi, il piano rifiuti della regione Lazio non prevede inceneritori, Calenda faccia i conti con se stesso. Noi non mettiamo veti, per noi conta l’elemento programmatico. Vogliamo essere i fautori di una ripresa di dialogo tra il Pd e il Movimento Cinquestelle”.

(segue)

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles