domenica, 25 Febbraio , 24

A Roma tutti col nastro arancione per Leone e i diritti degli animali

La mobilitazione che chiede l’introduzione di pene...

Osimhen non basta, il Napoli a Cagliari fa 1-1

Il nigeriano segna al 66′. Pareggio beffa...

Musica Classica: Gianandrea Noseda torna nella sua Milano, alla Scala

Con National Symphony Orchestra, programma strepitoso e...

Verbi indigesti? A Bologna studiarli diventa un “gioco” da ragazzi

LavoroVerbi indigesti? A Bologna studiarli diventa un “gioco” da ragazzi

BOLOGNA- Una sfida a colpi di verbi per imparare divertendosi. A Bologna arriva la “VerbiAmo Cup”, una sfida dedicata a tutti gli studenti delle scuole elementari e medie che si svolgerà in primavera in Sala Borsa. “VerbiAmo” è un gioco didattico ideato dalla professoressa di italiano Matilde Lanzi che a cercato un modo per rendere meno noioso e ripetitivo lo studio delle forme verbali, che sta diventando sempre più difficile per gli alunni più piccoli. L’alunno non si trova ‘isolato’ davanti a tabelle da ripetere mnemonicamente, ma le apprende in un contesto di gioco, con un risultato più incisivo.

I RAGAZZI IMPARANO AIUTANDOSI

“Si tratta di un bellissimo progetto rivolto al sistema scolastico bolognese. La scuola ha bisogno di passione e creatività e di tutta una comunità che si faccia carico dell’impegno educativo”, riconosce l’assessore alla Scuola del Comune di Bologna, Daniele Ara. “In questo gioco- dice Lanzi- emerge un fattore relazionale fondamentale: la possibilità di correzione reciproca tra pari. In questo modo si supera il tradizionale metodo della verifica e della valutazione individuale dell’insegnante”, spiega Lanzi.

ANCHE GLI ANIMALI ARRIVANO IN SOCCORSO

Insomma, più canali vengono attivati, maggiore è la possibilità, per ciascun bambino, di trovare il percorso di apprendimento più adeguato alle proprie caratteristiche. L’abbinamento delle forme verbali a simboli (animali) e colori e la scelta della dinamica di gioco aiutano la memorizzazione perché, oltre all’intelligenza linguistica, vengono attivate quella visiva, quella interpersonale e l’intelligenza corporeo cinestetica. L’idea e la costruzione di questo gioco sono nate all’interno del progetto Campus della scuola media Malpighi di Villa Revedin guidato dalla Francesca Guizzardi, con il supporto di Felsinea Ristorazione.

PRIMA SFIDA IN SALA BORSA

“VerbiAmo Cup” si svolgerà in Sala borsa nella primavera 2023 e sarà rivolta alle classi quarte e quinte della scuola primaria e a tutti gli anni della scuola secondaria di primo grado del nostro territorio. Le scuole potranno partecipare iscrivendo le squadre composte da sei giocatori appartenenti alla stessa classe. Ogni classe che parteciperà alla VerbiAmo Cup riceverà in omaggio un kit del gioco. Le prime tre squadre classificate di ogni livello riceveranno un premio personale e un premio per la propria classe.

UN’IDEA DA CONDIVIDERE CON LE SCUOLE

“Il desiderio di condividere questo gioco didattico con tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado del nostro territorio nasce dalla convinzione che sia impossibile migliorare la proposta didattica delle nostre scuole senza condividere le buone pratiche che possono nascere grazie alla creatività dei docenti”, sottolinea la preside del Malpighi, Elena Ugolini. Le iscrizioni alla competizione saranno gratuite e si sprono domani sulla pagina dedicata di VerbiAmo e chiuderanno il 20 novembre, salvo esaurimento dei posti disponibili.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Verbi indigesti? A Bologna studiarli diventa un “gioco” da ragazzi proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles