mercoledì, 12 Giugno , 24

Cultura, al via il Festival dell’Argentario

Dal 27 al 30 giugno a Porto...

In Toscana al via campagna apistica 2024-25, bandi per 1 mln

Sostegno per iniziative formazione, lotta malattie e...

Imprese, Confcommercio: in 10 anni -160mila aziende di giovani

Indietro in UE anche su partecipazione donne...

Vandalizzata opera d’arte di Fabbrica Wojtyla ‘Across the War!’

AttualitàVandalizzata opera d'arte di Fabbrica Wojtyla 'Across the War!'

“Aggressione al principio inviolabile della pace”

Roma, 19 nov. (askanews) – Il 17 novembre, all’interno dell’Ex Macrico, oggi “Campo di Pace”, è stata brutalmente vandalizzata l’installazione artistica dell’artista collettivo Fabbrica Wojtyla, nato dalla associazione culturale Ali della Mente, inaugurata in occasione della prima visita del comitato scientifico della Fondazione “Casa Fratelli Tutti” all’area.

“Across the War! – The Cultural Barricade”, testimonianza ufficiale della scelta di Papa Francesco di considerare gli artisti di Fabbrica Wojtyla “promotori di fraternità” – barricata culturale costituita da due cavalli di Frisia in legno e cento sacchetti bianchi riempiti di sabbia da svuotare e ricolmare di libri che rappresentano la volontà di mutare la sabbia che fronteggia le pallottole tirate dalle armi in libri che costruiscano un muro culturale da contrapporre proprio alla volontà stessa dell’uso delle armi – è stata trovata divelta, con molti sacchetti di sabbia svuotati e i libri bruciati.

Fabbrica Wojtyla, artista collettivo, spiega: “Riteniamo che l’atto vandalico certifichi una aggressione al principio inviolabile della pace a tutti i costi e al principio della cultura come simbolo di una crescita sociale oltre che una evidenziazione di forte degrado sociale se non dell’interesse di realtà illegali all’area voluta come Parco Verde con il riconoscimento della Santa Sede”.

Sconcertata dal grave atto contro la pace e la cultura, provvederà ad una denuncia circostanziata che coinvolga Prefettura, Questura e Procura della Repubblica intendendo richiedere alle istituzioni tutte, locali e nazionali una dichiarazione di solidarietà che sfocerà in una pubblica manifestazione.

L’opera d’arte, donata alla Fondazione, è la prima di una serie di installazioni, estemporanee e permanenti, corrispondenti ai temi più cari a Papa Francesco (inclusione, immigrazione, emarginazione, spiritualità, potere, violenza e giovani) definite “Percorso del Pensiero di Cristo” che andranno a caratterizzare il “Campo di Pace”, già “Campo di Marte”, nella Terra dei Fuochi.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles