domenica, 25 Febbraio , 24

Osimhen non basta, il Napoli a Cagliari fa 1-1

Il nigeriano segna al 66′. Pareggio beffa...

Musica Classica: Gianandrea Noseda torna nella sua Milano, alla Scala

Con National Symphony Orchestra, programma strepitoso e...

Ucraina, Zelensky: proposta di pace alla Russia prima della conferenza in Svizzera (a primavera)

Presidente ucraino “certo” degli aiuti statunitensi Roma, 25...

Xiaomi lancia a Barcellona la nuova serie di smartphone Xiaomi 14

Comparto fotografico di livello professionale con obiettivi...

Tg Politico Parlamentare, edizione del 6 ottobre 2022

PoliticaTg Politico Parlamentare, edizione del 6 ottobre 2022

MELONI: NESSUNO SCONTRO CON DRAGHI, GOVERNO PRESTO PRONTO

Non c’è nessuno scontro con Mario Draghi e il nuovo governo sarà pronto “il prima possibile”. Giorgia Meloni prova a ricucire con palazzo Chigi dopo le scintille di ieri sul Pnrr. “Ci sono ritardi evidenti”, aveva detto la leader di Fratelli d’Italia. Critiche che avevano suscitato la reazione stizzita di Draghi. Oggi la vincitrice delle elezioni corregge un po’ il tiro: “Il governo scrive che entro la fine dell’anno noi spenderemo 21 miliardi dei 29,4 che avevamo, quindi noi diciamo con spirito costruttivo che dobbiamo fare ancora meglio”. Meloni continua a preparare la squadra di governo negli uffici della Camera, dove proseguono incontri e telefonate. “Siamo al lavoro sui dossier più dedicati per essere pronti il prima possibile- assicura- sono molto ottimista”.

IL PD NON CAMBIA SIMBOLO, LETTA: BASTA GOVERNI DI UNITÀ

Il Pd non cambierà nome e neppure il simbolo. Andrà avanti con Enrico Letta per un’opposizione intransigente al governo di Giorgia Meloni ma avrà un nuovo leader entro marzo. E’ lo stesso segretario dem a garantirlo aprendo oggi la direzione nazionale del partito, una sorta di ‘processo al Nazareno’ dopo la sconfitta elettorale. E anche l’inizio di un confronto interno per definire molte questioni, prima fra tutte la linea sulle alleanze. Molti nel partito spingono per ricostruire il campo largo. Letta però avverte: “Il congresso non sia un referendum fra Movimento 5 stelle o Calenda”.

L’INFLAZIONE GALOPPA, AUMENTA ANCHE LA TAZZINA DI CAFFÈ

In tutta Europa aumentano i prezzi e bere un caffè a colazione potrebbe presto diventare un lusso, soprattutto se con il latte o lo zucchero. L’euro, o euro e mezzo, al bar per un caffè sarà probabilmente un ricordo. È quanto sostiene Eurostat. Ad agosto 2022 il prezzo del caffè nell’Unione Europea era in media del 16,9% più elevato rispetto al 2021. Per i consumatori che bevono il caffè con latte o zucchero, potrebbe diventare ancora più costoso a causa dell’ulteriore aumento dei prezzi di questi articoli. Il prezzo del latte fresco intero è infatti cresciuto in media del 24,3% in un anno, mentre quello del latte fresco magro è aumentato del 22,2%. L’inflazione annuale più elevata si è però registrata per lo zucchero.

CONGRESSO UILTEC, DOMANI PIRAS SEGRETARIA

Sarà Daniela Piras la nuova segretaria generale della Uiltec, il sindacato che rappresenta i lavoratori del comparto elettrico, tessile ed energetico. Sarda, classe 1977, sarà la segretaria più giovane ai vertici di una categoria della Uil. Il voto domani a Bari con la conclusione del congresso. Il segretario uscente Paolo Pirani sottolinea che “Daniela è la scelta migliore. Non solo perché giovane e donna, ma anche perché è brava e determinata”. Il segretario della Uil pensionati Carmelo Barbagallo invita il sindacato a confrontarsi con il nuovo governo nel merito. Tra i primi provvedimenti chiede misure contro l’inflazione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Tg Politico Parlamentare, edizione del 6 ottobre 2022 proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles