mercoledì, 21 Febbraio , 24

Cina, regolatore finanziario: aumentare trasparenza per investimenti

Pechino cerca di tamponare la perdita di...

Giappone, export cresciuto grazie a spedizioni in Cina

Ma le importazioni sono in calo Roma, 21...

Beethoven e Schubert per il concerto di Alexander Lonquich

Il pianista tedesco giovedì al Teatro Sannazaro...

Il dl Superbonus è legge: il 110% è al capolinea

Miniproroga per famiglie a basso reddito e...

Spirit, Compagnia dei Caraibi ottiene la certificazione B Corp

AttualitàSpirit, Compagnia dei Caraibi ottiene la certificazione B Corp

Baracco: conferma nostro impegno nel legare crescita e sostenibilità

Milano, 26 set. (askanews) – Compagnia dei Caraibi ottiene ufficialmente la certificazione B Corp. Dopo due anni in cui ha avuto modo di misurare e certificare i processi connessi alle cinque aree previste dal “B Impact Assessment” (“Lavoratori”, “Ambiente”, “Clienti”, “Comunità” e “Governance”), l’azienda piemontese attiva nell’importazione e distribuzione di distillati, vini, soft drink e birre craft italiane consegue l’attestazione degli standard di impatto sociale e ambientale perseguiti e raggiunti in questi anni.

Lo ha riferito in una nota la stessa azienda, ricordando che Compagnia dei Caraibi aveva già ottenuto il riconoscimento di Società Benefit nel 2021, “allineando così in maniera solida lo status giuridico alla mission aziendale”. La certificazione ottenuta assume per la società ulteriore importanza poiché posiziona la posiziona nella rosa di aziende B Corp del settore “food & beverage” che al momento conta 51 aziende nel settore di riferimento sul territorio italiano.

“Abbiamo scelto di rendere ancora più concreto il nostro approccio consapevole al business e al modo di pensare la nostra azienda” ha commentato il Ceo di Compagnia dei Caraibi, Edelberto Baracco, spiegando che “la certificazione B Corp conferma il nostro impegno nel coniugare crescita aziendale e sostenibilità ambientale, economica e sociale. Crediamo – ha concluso – di avere una responsabilità e un ruolo nel promuovere e sostenere un cambiamento positivo attraverso le nostre azioni, in quanto esseri umani ma anche in quanto attori sociali ed economici”.

L’azienda ha precisato di essere impegnata a favorire la riduzione dei consumi e “ad utilizzare per le sedi solo energia proveniente da fonti rinnovabili, in un’ottica di economia circolare”. A queste buone pratiche “si aggiungono lo spostamento di gran parte dei trasporti di merci su ruota a nave, la conversione in atto della flotta di auto aziendali verso l’ibrido e l’elettrico, il redesign dei packaging dei prodotti proprietari e l’utilizzo, per gli stessi, di cartoni 100% riciclati e riciclabili”. Oltre alle “operazioni di empowerment, engagement e encouragement per il capitale umano”, la società ha avviato altresì “iniziative importanti relativamente alle tematiche di inclusione e diversità, due concetti centrali alla base della people strategy dell’azienda”, che si è anche “impegnata per realizzare un ambiente di lavoro positivo”.

“Far parte di questo importante movimento globale significa continuare a crescere come azienda, senza perdere di vista il benessere e lo sviluppo della comunità in cui viviamo” ha dichiarato il general manager di Compagnia dei Caraibi, Fabio Torretta, sottolineando che questa certificazione “non rappresenta un traguardo finale nel nostro percorso ma il punto di partenza per un nuovo viaggio di crescita e trasformazione, in ottica di miglioramento continuo e valorizzazione dei nostri principi cardine”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles