giovedì, 29 Febbraio , 24

Lettera 23 ass. ambientaliste a Lollobrigida su futuro agricoltura

A Tavolo politico permanente anche associazioni società...

Finocchiona Igp: in 2023 export in crescita in Germania e Uk

Produzione stabile rispetto al 2022 a 850mila...

Bertinelli (Consorzio Parmigiano): grande risultato riforma IG

Giro affari falso Parmesan fuori Ue a...

Putin: un intervento della Nato avrebbe esiti tragici, non è un cartone animato

Le nostre armi possono colpire l’Occidente, “devono...

Smart working, a Bologna convegno su sostegni per welfare

AttualitàSmart working, a Bologna convegno su sostegni per welfare

Smart working o lavoro agile soluzione per risparmiare contro crisi
Roma, 20 ott. (askanews) – La definizione dell’orario di lavoro nel lavoro agile risale al 2003, quindi, non può essere né conforme alle norme né efficace nel definire un contenuto cambiato esponenzialmente con la pandemia Covid”: lo ha affermato Daniele La Rocca, esperto in formazione e consulente del lavoro, durante il corso Inaz organizzato a Bologna, al Savoy Regency Hotel. Tra gli aspetti emersi durante la sessione formativa i rischi rispetto alle tecnologia e all’iperconnessione, una minaccia per la salute della persona e un rischio per i datori di lavoro, responsabili anche sulla vigilanza preventiva. Datata 2021 la risoluzione del Parlamento Europeo in materia di diritto alla disconnessione.  Sui temi relativi al welfare aziendale sono stati illustrati i benefit fiscali e contrattuali in vigore per il 2022 e per il 2023. “Il Governo ha varato alcune norme per incentivare l’utilizzo del welfare aziendale quale strumento di sostegno per i dipendenti, come la norma sui buono benzina e quella di incremento dell’esenzione dei benefit”, ha sottolineato La Rocca durante l’incontro di formazione e aggiornamento professionale periodici. continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles