mercoledì, 21 Febbraio , 24

Turismo, il Giappone tornato ai livelli pre-pandemia

A gennaio 2,69 milioni di visitatori, come...

Esce il quinto album “Artonauti”, Arte e Scienza

Dedicato alle invenzioni che hanno cambiato il...

Il governo impreparato in Aula sulle mozioni sulla libertà di stampa. Fontana: rispetto per le Camere

Opposizioni all’attacco: “Camera mortificata”. Rinviato a martedì...

Vino, Miro: Ungheria, Polonia e Kazakistan mercati ormai maturi

Fondatrice di ITS: per il mercato cinese...

Sanremo, La Russa: Amadeus doveva ricordare gli ostaggi di Hamas

AttualitàSanremo, La Russa: Amadeus doveva ricordare gli ostaggi di Hamas

“Festival entrato nella vicenda israelo-palestinese a senso unico”

Roma, 12 feb. (askanews) – “E’ stato un festival con una punta dolorosa, quella dell’essere entrato nella vicenda israelo-palestinese a senso unico, è stato l’elemento peggiore di tutto il Festival”. Lo ha detto il presidente del Senato, Ignazio La Russa, commentando a Un Giorno da pecora su Rai Radio 1 l’appello contro il genocidio dei palestinesi lanciato da Ghali.

“Io dico – ha aggiunto – che il festival o non entrava su quel tema, e comunque non può affidarlo a un cantante che dice una frase a senso unico, o almeno doveva citare gli ostaggi israeliani. Non è obbligatorio per il Festival occuparsi di tutto ma se ti occupi di politica internazionale lo fai in maniera equilibrata”. Alla domanda se a suo giudizio i cantanti debbano essere liberi di dire quello che sentono, il presidente del Senato ha replicato: “Certo, ma anche di essere corretti”.

“A casa sua può fare quello che vuole, può anche dirlo dal palco ma è dovere di chi conduce la trasmissione intervenire, bastava ricordare che ci sono gli ostaggi in mano ai terroristi di Hamas”, ha concluso La Russa.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles