mercoledì, 12 Giugno , 24

Sardegna, conclusa missione Ocse, Todde: indicate priorità Regione

Presidente: opportunità di confronto internazionale Roma, 12 giu....

Padel, Coppa Club MSP; Forte Padel Gang campione a Roma e provincia

Colli Portuensi vince fase regionale. A Parma...

Petrolio, l’Aie prevede un maxi eccesso di offerta nel 2030

Capacità di produzione crescerà più velocemente della...

Giani: Toscana sia modello di alleanze per tutto centrosinistra

“Cerchiamo di lavorare sui contenuti” Firenze, 12 giu....

Rifiuti, sindaci a Gualtieri: riveda scelta su termovalorizzatore

AttualitàRifiuti, sindaci a Gualtieri: riveda scelta su termovalorizzatore

La lettera sarà firmata domani davanti al sito dell’impianto

Roma, 6 dic. (askanews) – I sindaci dei Comuni vicini ai terreni di Santa Palomba nei quali dovrebbe nascere il nuovo termovalorizzatore della Capitale – Marino, Albano, Ariccia, Genzano, Ardea, Castel Gandolfo e Lanuvio – hanno condiviso con le associazioni della Rete Tutela Roma Sud una richiesta al sindaco di Roma Roberto Gualtieri nelle sue vesti di commissario di Governo per il Giubileo, affinché sospenda la manifestazione di interesse per la costruzione del nuovo impianto e riveda il piano di gestione dei rifiuti, facendo valutare le alternative ad una commissione di esperti e le sottoponga a dibattito pubblico come previsto dalla legge.

I sindaci si sono dati appuntamento il 7 dicembre alle 13, per firmare la lettera davanti al terreno acquistato da AMA a S. Palomba.

I primi cittadini ricordano che la maggior parte dei Comuni dell’area metropolitana, ricordano i sindaci nella bozza di lettera che Askanews ha avuto modo di leggere, hanno ormai raggiunto percentuali di raccolta differenziata superiori al 70%, contribuendo alla realizzazione del piano rifiuti regionale approvato nel 2020 e al perseguimento degli obiettivi europei di sostenibilità, che vedono come priorità la riduzione e il recupero di materia.

Forti di queste esperienze di successo i sindaci chiedono a Gualtieri “ora più che mai” “scelte condivise e di coesione sociale per raggiungere gli obiettivi, senza creare deleterie contrapposizioni”.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles