domenica, 21 Luglio , 24

M.O., Netanyahu: raid in Yemen “risposta” ad attacco Houthi a Tel Aviv

Premier israeliano: Houthi “parte dell’asse del male...

Vino, Les Grands Chais de France raddoppia vendite Cremant in Italia

In primo semestre 2024 già vendute 200mila...

Carmine Padula, oltre la colonna sonora

Lunedì 22 luglio, alle ore 21,30, i...

Vino, Castello Del Terriccio partner di “Una montagna di libri”

Il 4 agosto a Cortina conversazione sul...

Papa in Congo: giù le mani dall’Africa!

AttualitàPapa in Congo: giù le mani dall'Africa!

Basta colonialismo economico

Cittò del Vaticano, 31 gen. (askanews) – Oggi, soprattutto il continente africano, è vittima di uno “sviluppo frenato” che porta ad un drammatico “ritorno al passato”, mentre “è tragico che questi luoghi, e più in generale il Continente africano, soffrano ancora varie forme di sfruttamento. Dopo quello politico, si è scatenato infatti un ‘colonialismo economico’, altrettanto schiavizzante”. La forte denuncia viene da Papa Francesco nel suo primo discorso in terra d’Africa. Il Papa, parlando alle autorità civili e religiose e alla società imprenditoriale e civile della Repubblica democratica del Congo ha affermato come proprio “questo Paese, ampiamente depredato, non riesce a beneficiare a sufficienza delle sue immense risorse: si è giunti al paradosso – ha detto – che i frutti della sua terra lo rendono ‘straniero’ ai suoi abitanti. Il veleno dell’avidità ha reso i suoi diamanti insanguinati”.

“È un dramma davanti al quale il mondo economicamente più progredito chiude spesso gli occhi, le orecchie e la bocca. – è stata la denuncia di Papa Francesco – Ma questo Paese e questo Continente meritano di essere rispettati e ascoltati, meritano spazio e attenzione: giù le mani dalla Repubblica Democratica del Congo, giù le mani dall’Africa! Basta soffocare l’Africa: non è una miniera da sfruttare o un suolo da saccheggiare”, ha detto con toni forti.

“L’Africa – ha poi aggiunto – sia protagonista del suo destino! Il mondo faccia memoria dei disastri compiuti lungo i secoli a danno delle popolazioni locali e non dimentichi questo Paese e questo Continente. L’Africa, sorriso e speranza del mondo, conti di più: se ne parli maggiormente, abbia più peso e rappresentanza tra le Nazioni!”.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles