mercoledì, 12 Giugno , 24

Bce, De Guindos: per prossimi 6 mesi no linea predeterminata tassi

Diffidare di chi da indicazioni su futuro...

Patto su immigrazione e asilo, la Commissione Ue vara un piano comune d’attuazione

Base per piani d’attuazione nazionali, da applicare...

Patto Ue su migranti, Commissione vara piano comune d’attuazione

Base per piani d’attuazione nazionali, da applicare...

Al Biografiafilm Festival anteprima documentario su Assalti frontali

“Una vita all’assalto”, a Bologna il 14...

Otto cani salvati da traffico illegale animali da compagnia

AttualitàOtto cani salvati da traffico illegale animali da compagnia

Fondazione CAVE CANEM lancia campagna “Facci un regalo: Non regalarci!”

Roma, 10 nov. (askanews) – Tre cuccioli e cinque cani adulti di razza American Bully sono stati salvati dal traffico illegale di animali, un subdolo business che viaggia sul web e sulle rotte d’Europa, in bagagliai di auto e furgoni, producendo ogni anno profitti illeciti per centinaia di milioni di euro. I cani, oggetto di sequestro giudiziario, sono stati affidati alle cure della Fondazione CAVE CANEM, non profit impegnata nella tutela dei diritti degli animali, e sono adesso inseriti in un percorso di cura e recupero comportamentale. Nel gruppo, trovato dalle Forze di polizia in una stanza d’appartamento in pessime condizioni, in diversi casi con orecchie e code tagliate, ci sono anche due femmine in attesa di partorire.

“Siamo impegnati, insieme all’Associazione Green Impact, nella prevenzione e nel contrasto del traffico di cani, cuccioli di razza in particolare – afferma Federica Faiella, Vicepresidente della Fondazione CAVE CANEM – in tale ottica, abbiamo finanziato la realizzazione del docufilm denuncia Pedigree Dream, prodotto dal regista finlandese Jon West. Grazie a uno specifico protocollo, inoltre, operiamo in collaborazione con i Carabinieri Forestali e la Magistratura, intervenendo nelle operazioni di salvataggio, recupero comportamentale e tutela in tribunale dei cani strappati a questo circuito criminale, come nel caso degli otto cani appena affidati alle nostre cure”. Nel periodo di Natale aumenta la richiesta di cuccioli di razza, da “impacchettare” come regali e far trovare sotto l’albero. Questa tendenza spesso alimenta un traffico, quello dei cani di razza, che vale centinaia di milioni: i cuccioli vengono acquistati per pochi euro e rivenduti a prezzi fino a 20 volte superiori. La “EU Dog & Cat Alliance”, che conta quali membri oltre 90 organizzazioni europee, tra cui la Fondazione CAVE CANEM, in un solo giorno ha identificato più di 438.000 annunci di cani e 80.000 di gatti sui principali siti web d’Europa: quasi mezzo milione di inserzioni. Una moda, quella di acquistare cani di razza, che non fa altro che alimentare il fenomeno del traffico di cuccioli e che spesso, passata l’euforia del momento, produce nuovi abbandoni. Con la campagna “Facci un regalo: Non regalarci!” la Fondazione CAVE CANEM intende sensibilizzare i cittadini a non acquistare animali, prediligendo i tanti cani senza famiglia già ospitati dai canili rifugio; fornire ai medici veterinari gli strumenti necessari per capire quando un cane è vittima di traffico e segnalarlo alle Forze di polizia; accompagnare gli animali vittime del traffico illegale in percorsi di recupero comportamentale, per aiutarli a superare i traumi subiti e offrirgli la possibilità di una nuova vita; supportare le autorità competenti per far sì che i cani sequestrati possano essere velocemente svincolati dall’esito del processo penale e quindi adottati; e, non ultimo, chiedere che venga introdotto il divieto di vendita di cuccioli nei negozi di animali e sulle piattaforme di vendita online. Per sostenere la campagna: fondazionecavecanem.org/landing/emergenza-traffico-cuccioli/

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles