lunedì, 22 Luglio , 24

Joe Biden si è ritirato dalla corsa presidenziale

Endorsement a Kamala HarrisRoma, 21 lug. (askanews)...

Biennale Danza, consegnati i Leoni e Caprioli e Harrell

La cerimonia nella sede di Ca’ Giustinian Venezia,...

Due identificati per l’aggressione a Joly, Piantedosi: grato alla Questura

“La loro posizione al vaglio dell’Autorità Giudiziaria” Roma,...

Allerta gialla in 10 Regioni per piogge e temporali al Sud

Nel corso della giornata di lunedì. Allerta...

Napoli-Roma 1-2, Decide Simeone, azzurri vanno a +13 sull’Inter

AttualitàNapoli-Roma 1-2, Decide Simeone, azzurri vanno a +13 sull'Inter

Al gol di Osimhen risponde El Sharaawi. Poi il gol partita

Roma, 30 gen. (askanews) – Il Napoli batte la Roma al Maradona 3-1 grazie a un gol nel finale e allunga in classifica, +13 sull’Inter seconda. In avvio Kvaratskhelia pericoloso, poi Kim rischia l’autogol. Sono le premesse al super gol di Osimhen, che addomestica con petto e coscia un cross di Kvara e poi scarica di potenza in porta. Nella ripresa Kvaratskhelia e Lozano si divorano il raddoppio, El Shaarawy trova il pari ma a 4′ dalla fine decide Simeone, entrato al posto di Osimhen.

Vittoria fondamentale per il Napoli: “Io vedo che abbiamo tre punti in più in classifica – il commento di Luciano Spalletti – Vinta una gara difficile contro un ottimo avversario, la Roma ha dimostrato di essere una delle squadre più forti viste al Maradona. Vedo che la partita l’hanno giocata tutti quelli della rosa, anche quelli che erano in panchina, fino al magazziniere. Concentrati tutti al 100% e la cosa fondamentale è stata quella di non accettare mai il pareggio. La squadra ha avuto una reazione feroce e quella voglia è stata premiata”: Simeone entra e fa sempre gol pur giocando poco: “Quando i calciatori si allenano bene durante la settimana, poi diventa difficile andare a togliere uno come Osimhen. Però perchè non dare la possibilità anche a qualcun altro? Raspadori e Simeone quando non c’era Osimhen hanno determinato il nostro passo e le nostre vittorie ed è facile metterci mano quando ci sono giocatori con quella testa”. Nella ripresa “Ci siamo abbassati forse troppo, a noi però fa piacere che ci vengano a pressare e quindi dobbiamo avere un comportamento conseguente a quella che è la volontà degli avversari di giocare la gara a viso aperto”.

Amaro Mourinho: “Quando si giocano tre partite alla settimana è una corsa di rosa, non di squadra. Quando abbiamo tempo e condizione per preparare una gara secca, molto difficile per noi che non vinciamo poi quella gara. Quando lavoriamo sulla fase difensiva e offensiva ed hai giocatori freschi, per noi è molto difficile non vincere. Quando giochi tre volte a settimana, le squadre favorite sono quelle che hanno più organico. Noi cresciamo come squadra e facciamo crescere giocatori che prima non erano opzioni, ragazzi come Bove e Volpato, col tempo la rosa migliore. Dopo la gara ho detto ai giocatori di alimentare la propria anima con la prestazione che abbiamo fatto, di guardare alla classifica ed al calendario che abbiamo davanti. Abbiamo giocato sui campi di Juve, Milan e poi devono giocare da noi. Oggi, nella tristezza di un risultato che considero ultra-immeritato, sono orgoglioso di questa squadra”. Sulla gara di Dybala: “Non mi piace fare analisi individuale, bisogna guardare alla partita che noi abbiamo imposto al Napoli. Perchè l’abbiamo imposta questa gara, che il Napoli non voleva e nemmeno il pubblico, infatti lo stadio sembrava vuoto. Li abbiamo pressati molto, non riuscivano a costruire. Bisogna dare merito anche all’avversario, Kim è un giocatore fantastico. Questa è la squadra che vince lo scudetto, quando devi vincere c’è una stella che ti accompagna, di gare che dovresti perdere e invece vincere. Loro oggi hanno avuto questa stella, per questa ragione penso che sarà la squadra che vincerà lo scudetto”. Sui suoi cambi: “Ho fatto tutti cambi forzati, mi avevano chiesto il cambio i ragazzi. Certo, una cosa è far entrare Raspadori e Simeone, altra è avere dei ragazzini”.

20^ Giornata: Bologna-Spezia 2-0, Lecce-Salernitana 1-2, Empoli-Torino 2-2, Cremonese-Inter 1-2, Atalanta-Sampdoria 2-0, Milan-Sassuolo 2-5, Juventus-Monza 0-2, Lazio-Fiorentina 1-1, Napoli-Roma 2-1, lunedì 30 gennaio ore 20.45 Udinese-Verona.

Classifica: Napoli 53, Inter 40, Milan, Atalanta, Lazio 38, Roma 37, Udinese 28, Torino 27, Bologna, Empoli 26, Monza 25, Fiorentina 24, Juventus (-15) 23, Salernitana 21, Lecce, Sassuolo 20, Spezia 18, Verona 12, Sampdoria 9, Cremonese 8.

21^ Giornata sabato 4 febbraio ore 15.00 Cremonese-Lecce, ore 18 Roma-Empoli, ore 20.45 Sassuolo-Atalanta, domenica 5 febbraio ore 12.30 Spezia-Napoli, ore 15.00 Torino-Udinese, ore 18.00 Fiorentina-Bologna, ore 20.45 Inter-Milan, lunedì 6 febbraio ore 18.30 Verona-Lazio, ore 20.45 Monza-Sampdoria, martedì 7 febbraio ore 20.45 Salernitana-Juventus,

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles