martedì, 16 Aprile , 24

Forza Italia frena sull’Autonomia, tensione con la Lega

Pioggia di emendamenti in Commissione alla Camera....

Vino, assegnato a Vinitaly il 51esimo “Premio Angelo Betti”

Tra i Benemeriti della vitivinicoltura c’è anche...

Ponte Stretto,Schlein a Salvini:anche Pichetto è nemico Italia?

Ministero dice quello che abbiamo denunciato noi...

CA Auto Bank partner finanziario di Dongfeng Italia

In vista del debutto sul mercato con...

Milano-Cortina, Palazzo Marino approva modifiche statuto fondazione

AttualitàMilano-Cortina, Palazzo Marino approva modifiche statuto fondazione

Proposte ai soci dall’amministratore delegato Andrea Varnier

Milano, 5 dic. (askanews) – Il Consiglio Comunale di Milano ha approvato le modifiche allo statuto della Fondazione Milano Cortina 2026, proposte ai soci dall’amministratore delegato Andrea Varnier. In un’ottica di razionalizzazione dei meccanismi di governance della Fondazione e di contenimento dei relativi oneri, non sarà costituito un Comitato di Gestione all’interno del Consiglio di Amministrazione, ma tutti i poteri di amministrazione ordinaria e straordinaria dell’ente non espressamente in capo al Cda saranno attribuiti alla figura dell’Amministratore Delegato.

Scenderà da 26 a 14 il numero dei componenti del Consiglio di amministrazione: sette consiglieri saranno nominati d’intesa dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni) e dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip), uno dei quali con funzioni di presidente; sei saranno nominati d’intesa dalla Regione Lombardia, dalla Regione Veneto, dalle Province autonome di Trento e Bolzano, dal Comune di Milano e dal Comune di Cortina d’Ampezzo e uno, con funzioni di amministratore delegato, già nominato con decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

Tra le modifiche allo statuto è previsto, inoltre, l’aggiornamento periodico sull’andamento delle attività, su base semestrale, da parte del presidente e dell’ad della Fondazione nei confronti del ministro per lo sport e i giovani, dei sindaci, dei presidenti e dei governatori degli enti membri della Fondazione. Sarà introdotto l’obbligo anche da parte di ogni consigliere di amministrazione di redigere, per tutta la durata del mandato, dei report con cui informare e aggiornare l’ente membro della fondazione che lo ha nominato.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles