domenica, 21 Luglio , 24

M.O., Netanyahu: raid in Yemen “risposta” ad attacco Houthi a Tel Aviv

Premier israeliano: Houthi “parte dell’asse del male...

Vino, Les Grands Chais de France raddoppia vendite Cremant in Italia

In primo semestre 2024 già vendute 200mila...

Carmine Padula, oltre la colonna sonora

Lunedì 22 luglio, alle ore 21,30, i...

Vino, Castello Del Terriccio partner di “Una montagna di libri”

Il 4 agosto a Cortina conversazione sul...

Mafia, Metsola a Libera: possiamo vincere insieme questa battaglia

AttualitàMafia, Metsola a Libera: possiamo vincere insieme questa battaglia

“Corruzione e crimine organizzato sono l’antitesi della giustizia”
Roma, 29 ott. (askanews) – “La corruzione, il crimine organizzato e la mafia sono l’antitesi della giustizia. Dobbiamo vincere questa battaglia e possiamo farlo insieme”. E’ un passaggio della lettera che la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, ha inviato a Libera in occasione dell’incontro organizzato oggi a Palermo dall’associazione a oltre vent’anni dalla firma della Convenzione contro la criminalità organizzata transnazionale. “Un grazie a Don Luigi Ciotti e a Libera – scrive Metsola -. Ammiro da tempo le vostre lotte instancabili contro le mafie, la criminalità organizzata e contro ogni forma di corruzione. La settimana scorsa ho ricordato al Parlamento Europeo Daphne Caruana Galizia. E’ stata uccisa in pieno giorno, da un ‘enorme autobomba fuori dalla casa a Malta. Daphne era una donna, una madre, una figlia e un’amica che ha osato denunciare la corruzione. Proprio come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Daphne Caruana Galizia aveva anteposto alla sua vita la difesa della giustizia e della verità”. “Sono passati poco più di vent’anni dalla firma della Convenzione contro la criminalità organizzata transnazionale – ricorda la presidente dell’Europarlamento -, siglata proprio nella vostra Palermo per riaffermare che questa è una battaglia di tutti e che non ha confini territoriali. Possiamo contare gli uni sugli altri, condividendo le competenze e le esperienze nazionali. Dobbiamo vincere questa battaglia e possiamo farlo insieme. La corruzione, il crimine organizzato e la mafia sono l’antitesi della giustizia. E non dobbiamo mai distogliere lo sguardo. Non ci sono risposte semplici. Ma sono certa che qualsiasi sfida si presenti possiamo affrontarla meglio se siamo uniti”. “Il Parlamento Europeo – conclude Metsola – è pronto a far fronte comune con le altre istituzioni e con gli Stati membri per raccogliere questa sfida. Quando lo avete interpellato, il Parlamento era pronto ed è stato in grado di agire e di farlo rapidamente. Noi ci saremo e saremo disponibili per tutto il tempo necessario”. continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles