lunedì, 22 Luglio , 24

Joe Biden si è ritirato dalla corsa presidenziale

Endorsement a Kamala HarrisRoma, 21 lug. (askanews)...

Biennale Danza, consegnati i Leoni e Caprioli e Harrell

La cerimonia nella sede di Ca’ Giustinian Venezia,...

Due identificati per l’aggressione a Joly, Piantedosi: grato alla Questura

“La loro posizione al vaglio dell’Autorità Giudiziaria” Roma,...

Allerta gialla in 10 Regioni per piogge e temporali al Sud

Nel corso della giornata di lunedì. Allerta...

Libri, esce eBook “Capitalismi fragili” di Mimmo Carrieri

AttualitàLibri, esce eBook "Capitalismi fragili" di Mimmo Carrieri

“Lavoro e insicurezza in una società divisa in due”. Quaderno della Fondazione Feltrinelli

Roma, 31 gen. (askanews) – Le elezioni Politiche del 2022 non solo hanno palesato la diffusa incertezza e l’elevata domanda di rassicurazione tra le lavoratrici e i lavoratori italiani, ma hanno confermato alcune tendenze, tutt’altro che episodiche. Ovvero: sfiducia verso la politica e aumento dell’astensionismo; disagio sociale dei lavoratori più deboli, che hanno orientato il loro voto verso la destra; largo scetticismo nei confronti dell’offerta politica del centro-sinistra, salvo che per una piccola parte dei ceti medi urbani. Contemporaneamente i grandi attori collettivi, come i sindacati, costretti a fronteggiare le tante emergenze materiali quotidiane, non si sono rivelati capaci di elaborare strategie contrattuali e istituzionali in grado di guardare avanti.

Inoltre, con la fine delle norme anti-Covid, negli ultimi mesi il mercato del lavoro ha provato a ricomporsi, lasciando però in piedi ampie sacche di insoddisfazione, sia tra i lavoratori, sia nelle imprese. Molte aziende non trovano personale e altrettanti dipendenti si sono dimessi o non vedono soddisfacenti gli impieghi che vengono loro proposti.

In questo quadro, testimonianza della perifericità del lavoro nel discorso pubblico e della sostanziale esclusione dei gruppi sociali più vulnerabili, dove sta andando il mondo del lavoro? Quali sono i cambiamenti più importanti in corso e cosa dobbiamo attenderci in prospettiva? A questi interrogativi prova a dare una risposta il prof. Mimmo Carrieri, a lungo ordinario in Sociologia Economica e Sociologia delle relazioni di lavoro presso “La Sapienza” di Roma, autore di un eBook dal titolo “Capitalismi fragili – Lavoro e insicurezza in una società divisa in due” (120 pagine), Quaderno della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli (download gratuito, https://fondazionefeltrinelli.it/app/uploads/2022/12/Finale_Capitalismi-fragili.pdf).

Il prof. Carrieri, commissario della Commissione di garanzia dello sciopero nei servizi essenziali, attualmente insegna Gestione delle risorse umane presso la “Luiss” di Roma e, insieme a Massimo Mascini, ha fondato e dirige la Scuola di relazioni industriali. È inoltre autore di numerosi studi e ricerche in materia di cambiamenti sociali del lavoro, di sindacato e relazioni industriali.

Si segnalano, tra le sue pubblicazioni recenti: (con P. Feltrin) Al bivio. Sindacato lavoro e rappresentanza nell’Italia di oggi (Donzelli, Roma, 2016); (con F. Pirro), Relazioni Industriali (Egea, Milano, 2019); Come cambia il lavoro. Verso l’era digitale (Ediesse, Roma, 2019); Un lungo addio? Come cambiano i rapporti tra i partiti e i sindacati (Ediesse, Roma, 2019).

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles