martedì, 16 Aprile , 24

Forza Italia frena sull’Autonomia, tensione con la Lega

Pioggia di emendamenti in Commissione alla Camera....

Vino, assegnato a Vinitaly il 51esimo “Premio Angelo Betti”

Tra i Benemeriti della vitivinicoltura c’è anche...

Ponte Stretto,Schlein a Salvini:anche Pichetto è nemico Italia?

Ministero dice quello che abbiamo denunciato noi...

CA Auto Bank partner finanziario di Dongfeng Italia

In vista del debutto sul mercato con...

Ischia,Conte: nessun mio condono,contro di me fango e sciacalli

AttualitàIschia,Conte: nessun mio condono,contro di me fango e sciacalli

“Non è politica ma sciacallaggio mentre ancora i soccoritori cercano salvare persone”

Roma, 28 nov. (askanews) – “In queste ore di fronte alla tragedia di Ischia che ci lascia tutti sgomenti e mentre i soccorritori ancora scavano nel fango per cercare i dispersi, alcuni politici gettano del fango su di me: è la sempiterna categoria degli sciacalli. Vengo accusato di aver introdotto un condono per Ischia e si vuole collegare la tragedia di queste ore ad una mia presunta responsabilità per aver sanato edifici abusivi. Niente di più falso”. Il presidente M5s Giuseppe Conte, con un video su Facebook contrattacca e sfida chi lo mette sul banco degli imputati per la frana mortale di Ischia a causa dell’articolo 25 del decreto del suo primo governo giallo-verde sul Ponte di Genova che sbloccò le pratiche di condono a Ischia paralizzate dalla burocrazia.

“Mentre i soccorritori – si scatena Conte – scavano ancora nel fango per cercare i dispersi certi politici gettano fango su di me, vengo accusato di aver introdotto un condono e si vuole collegare la tragedia di Ischia a mie responsabilità. Niente di più falso. Il decreto del 2018 non contiene nessun condono, gli unici condoni sono quelli imputabili a governi Craxi nell’85 e Berlusconi nel 94 e 2003. Questa norma serviva perchè a Ischia la ricostruzione post terremoto del 2017 era rimasta paralizzata, bisognava capire a chi poter dare il contributo per la ricostruzione e a chi no perchè proprietario di un immobile abusivo. La norma stabiliva che bisognava dare una risposta entro 6 mesi, lo Stato non può erogare fondi a chi ha un immobile abusivo. Sono state accolte appena 6 pratiche su un totale di oltre 1.400 abitazioni danneggiate, questo conferma che se un immobile era abusivo prima lo era anche dopo”.

“Questa non è politica, è sciacallaggio. Siamo vicini alle famiglie colpite e alla comunità ischitana. E’ questo e solo questo quello che conta”, ha concluso l’ex premier oggi presidente M5s.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles