lunedì, 22 Luglio , 24

Joe Biden si è ritirato dalla corsa presidenziale

Endorsement a Kamala HarrisRoma, 21 lug. (askanews)...

Biennale Danza, consegnati i Leoni e Caprioli e Harrell

La cerimonia nella sede di Ca’ Giustinian Venezia,...

Due identificati per l’aggressione a Joly, Piantedosi: grato alla Questura

“La loro posizione al vaglio dell’Autorità Giudiziaria” Roma,...

Allerta gialla in 10 Regioni per piogge e temporali al Sud

Nel corso della giornata di lunedì. Allerta...

Il 23 e 24 ottobre a Milano arrivano i vini ancestrali e rifermentati

AttualitàIl 23 e 24 ottobre a Milano arrivano i vini ancestrali e rifermentati

Settanta produttori per terza edizione del festival “Inconfondibile”
Milano, 19 ott. (askanews) – Domenica 23 e lunedì 24 ottobre al The Westin Palace Hotel di piazza della Repubblica a Milano, si terrà “Inconfondibile”, terza edizione dell’unico festival italiano dedicato esclusivamente ai vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (colfondo, “sur lie” e sui lieviti). La prima giornata sarà aperta al pubblico, mentre la seconda sarà dedicata principalmente gli operatori del settore, pur consentendo l’accesso anche agli appassionati. Organizzata da Roberto Dalla Riva, alla rassegna dedicata a queste secolari tecniche produttive parteciperanno settanta produttori, tra vignaioli “storici” e giovani ai loro esordi provenienti praticamente da tutta Italia, con 150 etichette. Oltre ai banchi d’assaggio sono in programma sei masterclass condotte dai giornalisti Gianpaolo Giacobbo e Massimo Zanichelli. Domenica si partirà per un viaggio nei territori in cui la rifermentazione in bottiglia è uno stile di produzione consolidato: Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. Il lunedì mattina, “Sui Lieviti” tratterà la recente introduzione del metodo sui lieviti nel disciplinare del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG , mentre il pomeriggio sarà aperto da una doppia “verticale” (di “ProFondo” di Miotto e di “Lambrusco Tiepido” di Claudio Plessi) e si concluderà con “ColFondo Agricolo”, un momento in cui sedici vignaioli “omaggeranno le colline trevigiane e il legame tra il territorio vinicolo e le persone che lo abitano e ci lavorano attraverso una degustazione alla cieca, all’insegna di artigianalità e rock insieme”. Il servizio sarà curato dai sommelier di AIS Lombardia, partner del festival. continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles