venerdì, 19 Luglio , 24

Blackout informatico blocca molti voli e aziende in tutto il mondo

Originato da problemi a Crowdstrike, società sicurezza...

Microsoft-down, molti disagi. Caos in aeroporti di tutto il mondo

In corso misure di mitigazione Roma, 19 lug....

Renzi: con Schlein, Conte e gli altri unica alternativa a Meloni

“Dichiarando chiusa la stagione dei veti e...

Meloni: Italia non dimentica via d’Amelio, lotta a mafia priorità

“Borsellino e agenti scorta faro speranza e...

Cento anni dopo la marcia su Roma: cosa scriveva la stampa estera

AttualitàCento anni dopo la marcia su Roma: cosa scriveva la stampa estera

Nuovo numero di Internazionale Storia: Nascita di una dittatura
Milano, 26 ott. (askanews) – La presa del potere da parte del Partito Fascista raccontata attraverso la stampa straniera dell’epoca. Internazionale ha presentato un nuovo numero speciale dedicato alla storia: “Nascita di una dittatura”, in occasione del centenario della marcia su Roma di Mussolini. “Gli articoli selezionati – ha spiegato ad askanews il giornalista di Internazionale Andrea Pipino, che ha curato il volume con Daniele Cassandro e Giovanna Chioini – vanno dal giugno-luglio 1922 fino al primo anniversario della marcia su Roma alla fine del 1923. Sono articoli che raccontano come si è arrivati alla presa del potere da parte del fascismo, contestualizzano i fatti e si interrogano sul significato di quel regime che all’epoca non era conosciuto da tutti, soprattutto ai grandi giornali mainstream, i grandi giornali stranieri. Il fascismo non è una cosa facile da spiegare: alcuni la raccontano come l’unica medicina possibile per il caos italiano, per altri è un freno alla rivoluzione bolscevica. Altri ancora ne vedono, già dai primi mesi, le chiare connotazioni autoritarie e dittatoriali”. L’anniversario di quella presa del potere coincide poi anche con la nomina di un governo di centrodestra guidato da Fratelli d’Italia. “È un numero nato prima che noi sapessimo che il Paese sarebbe andato a votare e avrebbe eletto una presidente del Consiglio la cui storia politica è legata in un certo modo a quei fatti – ha aggiunto Pipino -. È una coincidenza, non un fatto voluto. Noi questo volume lo avevamo messo in cantiere già da diversi mesi”. Con l’intento di raccontare il modo in cui i fatti storici vengono percepiti in presa diretta e, forse, favorire anche le interpretazioni del presente, attraverso la storia. continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles