mercoledì, 21 Febbraio , 24

Divulga, nel 2023 record di grano duro dalla Russia: import +1.164%

Impennata anche da Turchia(+798%). Ankara e Mosca...

Crollo Firenze, Cgil-Uil: oggi sciopero nazionale di due ore

Presidio nel capoluogo toscano con Landini e...

Cina, regolatore finanziario: aumentare trasparenza per investimenti

Pechino cerca di tamponare la perdita di...

Giappone, export cresciuto grazie a spedizioni in Cina

Ma le importazioni sono in calo Roma, 21...

Antonella Cavallari (Iila): “Creiamo ponti fra l’Italia e l’America Latina”

MondoAntonella Cavallari (Iila): “Creiamo ponti fra l’Italia e l’America Latina”

ROMA – Facilitare il dialogo e la connessione fra enti e realtà dell’Italia e dell’America Latina, dalle agenzie spaziali agli istituti penitenziari, anche a partire dalla condivisione delle esperienze di imprese e istituzioni italiane. E’ parte della missione dell’Organizzazione internazionale italo-latina americana (Iila), un organismo intergovernativo istituito oltre 50 anni fa a Roma e costituito da 21 Paesi membri.

Con l’agenzia Dire ne parla la segretaria generale Antonella Cavallari. L’occasione è un’intervista a margine di una conferenza organizzata nella sede romana dell’organizzazione con il ministro delle Relazioni estere del Perù, César Landa. L’iniziativa promossa con il rappresentante del governo del presidente Pedro Castillo si colloca in un’agenda ricca di incontri con dirigenti dei Paesi membri dell’Iila, come il ministro dell’Agricoltura dell’Ecuador, Bernardo Manzano, in visita in settimana a Roma, e José Ángel López, omologo guatemalteco la cui presenza nella capitale è prevista nei prossimi giorni.

L’IMPEGNO DI IILA

“L’Iila vuole essere uno strumento per la politica estera italiana in grado di stabilire un ponte con l’America Latina nelle condizioni più diverse”, spiega Cavallari, diplomatica di lungo corso già ambasciatrice in Paraguay. “La vocazione dell’organizzazione è quella di favorire il dialogo con e fra i Paesi della regione. Una missione figlia della visione lungimirante del suo fondatore, il più volte primo ministro Amintore Fanfani, che la chiamava ‘la piccola Onu’”.

L’origine e la storia dell’organizzazione saranno presto accessibili grazie a un click, annuncia inoltre Cavallari: “Stiamo digitalizzando tutto il nostro archivio. E’ un investimento importante ma necessario, perchè permetterà di far riemergere momenti importanti della nostra storia recente”.

Concetti chiave dell’Iila di oggi, spiega Cavallari, sono “sicuramente la sostenibilità, cammino entro il quale si articolano tutti i progetti”, e poi “la creazione di un sistema in cui le imprese e le istituzioni italiane esportano le loro esperienze condividendole con i Paesi membri dell’Iila, che stanno sviluppando percorsi alternativi di crescita”.

LEGGI ANCHE: Codeway, Cavallari (Iila): “Avanti con le Pmi per l’America Latina”

LA STORIA DELL’ECUADOR: LA COOPERAZIONE NELLE CARCERI

Un esempio viene dall’Ecuador, dove Iila coordina la cooperazione nel settore penitenziario nell’ambito del progetto Europa Latinoamérica Programa de Asistencia contra el Crimen Trasnacional Organizado (El Paccto), e gestisce uno speciale Fondo per far fronte all’emergenza nelle carceri, iniziative finanziate dall’Unione Europea. “Il modello italiano di una polizia penitenziaria pubblica si è rivelato molto utile per il Paese, dove da diversi mesi si trova il magistrato Paolo Di Sciuva, che si sta occupando della formazione del personale locale”. Sempre nell’ambito di El Paccto, prosegue la segretaria generale, “Iila ha facilitato la creazione della rete di cooperazione penitenziaria Mercosur-Redcopen, uno strumento che mette in connessione le istituzioni preposte dei vari Paesi della regione e che permette un monitoraggio sulle infiltrazioni della criminalità organizzata nelle carceri che non ha precedenti”.

Quella di creare punti di contatto fra realtà della regione è un altro dei punti di forza di Iila. “A giugno- evidenzia Cavallari- abbiamo convocato a Roma i massimi dirigenti di tutte le agenzie spaziali dei Paesi membri. E ‘stata un’occasione di incontro e di relazione unica, alcuni di loro non avevano mai avuto occasione di conoscersi, ora c’è un canale di dialogo costante”.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Antonella Cavallari (Iila): “Creiamo ponti fra l’Italia e l’America Latina” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles