mercoledì, 24 Luglio , 24

Diagram: collaborazione con Intesa SP per analisi dati agroalimentare

Strumenti a disposizione della direzione Agribusiness Milano, 24...

Conad sostiene l’associazione Donne del retail

Lusetti: siamo i primi, mi auguro lo...

Roma, 3, 5 e 6 agosto Filosofie sotto le stelle allo Stadio Palatino

In concomitanza con il World Congress of...

BPM: 2 mln finanziamento a Brivio & Viganò per impianto fotovoltaico

Operazione con garanzia SACE Banco BPM ha perfezionato...

Aci: eventi sportivi automobilistici volano economico e culturale

AttualitàAci: eventi sportivi automobilistici volano economico e culturale

Tre miliardi da ritorni diretti, 800 milioni da quelli indiretti
Roma, 28 ott. (askanews) – I grandi eventi sportivi automobilistici costituiscono un volano economico e culturale. Lo afferma l’Automobile Club d’Italia che è partner istituzionale degli Stati Generali del Turismo – 1a Conferenza programmatica nazionale – in svolgimento a Chianciano Terme fino a domani. “Negli ultimi tempi abbiamo registrato una forte escalation nel numero e nella crescita dei grandi eventi sportivi automobilistici – lo ha affermato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia, intervenendo sul tema: il volano delle grandi manifestazioni automobilistiche”. Alcuni numeri che fotografano la Federazione del motorsport in Italia: 70.000 tesserati, 90.000 persone attivamente coinvolte, 923 eventi annuali in tutte le discipline e categorie, 5 eventi validi per il Campionato del mondo, (tra i quali 2 Gran Premi di Formula 1, unico Paese), 66 eventi internazionali di discipline, 12.000 vetture da competizione e 15.000 kart. “Tutto questo si trasforma, in termini di valore, in base ad uno studio, ad oltre 3 miliardi di euro da ritorni diretti, 800 milioni di euro da quelli indiretti, circa 90.000 partecipanti – ha proseguito Sticchi Damiani. Solo il gran Premio di Formula 1 ad Imola, quest’anno, ha portato 274 milioni di euro di benefici totali. Quello di Monza, invece, del Centenario, con 340.000 spettatori nei 3 giorni della manifestazione è stato il 1° evento in Italia per numero di pubblico. In particolare, poi, dal 2005 organizziamo il Rally Italia-Sardegna valido per il Campionato del mondo, uno dei più belli e affascinanti con sterrati unici, che ha un valore complessivo pari ad oltre 81 milioni di euro. In ultimo la Targa Florio, svolta pochi giorni fa, quest’anno ci ha dato risultati eccezionali con 170 iscritti, 40% stranieri, provenienti da 3 Continenti e 17 Nazioni”. L’ACI da sempre, si legge in una nota, analizza e interpreta le esigenze degli automobilisti, offrendo servizi adeguati ad una realtà in continua evoluzione. Interpreta le istanze del mondo automobilistico fornendo un contributo significativo ed autorevole di esperienza e professionalità, svolgendo un’importante azione di tutela e fiducia per tutti i cittadini, automobilisti e non, da ben 117 anni. Oggi in Italia con oltre un milione di Soci, l’ACI è la più grande Associazione di cittadini, li rappresenta presso le Istituzioni nazionali ed internazionali sulle tematiche non solo della mobilità, ma anche del turismo, dell’ambiente e dello sport. La Federazione organizza e promuove eventi sportivi automobilistici in Italia e all’Estero, contribuendo ad avvicinare gli utenti ad una ‘cultura della mobilità’, alle attività turistiche ed alla passione sportiva. L’ACI è riconosciuto dalla FIA (Fédération Internationale de l’Automobile) come l’unica Autorità Nazionale in Italia per lo sport automobilistico. continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles