martedì, 16 Aprile , 24

Vino, assegnato a Vinitaly il 51esimo “Premio Angelo Betti”

Tra i Benemeriti della vitivinicoltura c’è anche...

Forza Italia frena sull’Autonomia, tensione con la Lega

Pioggia di emendamenti in Commissione alla Camera....

Ponte Stretto,Schlein a Salvini:anche Pichetto è nemico Italia?

Ministero dice quello che abbiamo denunciato noi...

A GayLib Meloni piace: “Stupisca tutti aprendo un tavolo sui diritti”

PoliticaA GayLib Meloni piace: “Stupisca tutti aprendo un tavolo sui diritti”

“Congratulazioni a Giorgia Meloni, autrice di una vittoria inedita della destra che riuscirà, per prima nella storia d’Italia, a portare una donna alla guida del Governo”. Il plauso alla leader di Fratelli d’Italia arriva da Enrico Oliari, fondatore e presidente onorario di GayLib, associazione italiana di orientamento liberale, che raggruppa persone LGBT+.

APPELLO AL CONFRONTO “LAICO E SENZA PREGIUDIZI”

“Sarebbe davvero bello oltre che sorprendente – lancia l’idea Oliari – se, seguendo le tradizioni delle migliori destre conservatrici europee, la futura premier Meloni con la quale più volte negli anni, sia in sedi istituzionali sia in appuntamenti pubblici come la festa di Atreyu, abbiamo avuto occasione e modo di dialogare serenamente, volesse proseguire su questa strada aprendo un tavolo di confronto laico e senza pregiudizi sui diritti civili. La tradizione della nostra associazione – spiega – ha radici ben salde nei 25 anni di storia del nostro gruppo, fondate convintamente sul confronto e sulla reciproca conoscenza, anche partendo da punti spesso lontanissimi”.

IL DIALOGO CON IL CENTRODESTRA E L’OSCAD

Il rappresentante di GayLib osserva: “C’è da dire che proprio con i governi di centrodestra abbiamo avuto l’occasione di collaborare portando a compimento le migliori iniziative: dalla prima campagna nazionale contro l’omotransfobia all’istituzione dell’Oscad (Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori). Senza considerare che grazie a un nostro ricorso vinto alla Cedu (Corte Europea dei Diritti Umani) è stata approvata in Parlamento da una maggioranza trasversale, votata anche da parlamentari di centrodestra, la legge sulle unioni civili. Auspichiamo quindi – conclude Oliari – che sulla scia di questi illustri precedenti, e guardando alle esperienze delle destre europee, anche il prossimo governo Meloni possa riprendere il filo di questo confronto che noi, fino a prova contraria, crediamo possa essere assolutamente possibile”.

COSA È GAYLIB

Nata nel 1997 a Milano (su iniziativa di Enrico Oliari, Alessandro Gobbetti e Marco Volante), GayLib è un’associazione italiana di orientamento liberale, che opera per il riconoscimento e la tutela dei diritti civili delle persone LGBT+ e delle coppie omoaffettive. È stata promotrice dell’Oscad (Osservatorio contro gli atti discriminatori), proposta al Capo della Polizia e al Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri e istituita nel giugno del 2010. L’associazione è impegnata da tempo nella formalizzazione di un testo di legge che sanzioni con chiarezza l’aggravante nei reati di omicidio, violenza, molestia e incitamento all’odio che manifestino un palese sfondo omotransfobico (legge antiomofobia o estensione della legge Mancino). L’idea alla base della nascita del movimento era quella di “sensibilizzare i partiti di centrodestra sulle tematiche dei diritti civili delle persone omoaffettive”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo A GayLib Meloni piace: “Stupisca tutti aprendo un tavolo sui diritti” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles