More
    HomeAttualitàVerdi-Si: non consegnare Lazio a destra, Pd-M5s riprendano dialogo

    Verdi-Si: non consegnare Lazio a destra, Pd-M5s riprendano dialogo

    Published on

    Ultimi Articoli

    Pd spaccato sul manifesto, sul congresso irrompe rischio scissione

    La sinistra archivia il Lingotto, Gori: potrei lasciare Roma, 2 dic. (askanews) - Dopo due...

    Ok Ue al Piano strategico di politica agricola comune sull’Italia

    Fondi Ue per 26,6 mld e nazionali da 8,5 mld di euro per 2023-27 Bruxelles,...

    Pd, E. Schlein: percorso collettivo, non credo a rischi scissione

    Distanze emergeranno ma con Bonaccini ho un ottimo rapporto Roma, 2 dic. (askanews) - "Domenica...

    Med Dialogues: al Mediterraneo serve stabilità, pesano Ucraina e Iran

    Al forum annuale le proposte per ridare priorità strategica all'area Roma, 2 dic. (askanews) -...

    Bonelli: “Calenda? Noi non mettiamo veti, no inceneritore”

    Roma, 9 nov. (askanews) – “Un appello chiaro e forte al Pd e al Movimento Cinquestelle perchè si parlino per il bene del Paese” e si possa costruire “una convergenza” che consenta di “non consegnare il Lazio alla destra” alle prossime Regionali. A lanciarlo, durante una conferenza stampa alla Camera, Nicola Fratoianni ed Angelo Bonelli di Alleanza Verdi-Sinistra.

    “Vogliamo in queste ore creare le condizioni – ha detto Bonelli -, partendo dalle cose condivisibili che Conte ieri ha detto e a cui ne aggiungiamo altre, per una convergenza” con la quale, “eliminate le prese di posizione ideologiche”, si possa arrivare a “soluzioni” anche sulla questione della gestione dei rifiuti a Roma, per la quale Avs ha ribadito la contrarietà alla realizzazione di un nuovo inceneritore. Insomma “se qualcuno ha deciso di fare perdere, non ci stiamo e lavoriamo come costruttori perchè ci sia un confronto” ha aggiunto Bonelli. Mentre Fratoianni ha sottolineato la necessità “di non rinunciare ad alleanze che siano in grado di giocare la partita ed essere competitive”.

    Una convergenza aperta anche al Terzo Polo di Calenda? “Il problema è di Calenda, non è nostro – ha risposto Bonelli -. Per noi contano i programmi, il piano rifiuti della regione Lazio non prevede inceneritori, Calenda faccia i conti con se stesso. Noi non mettiamo veti, per noi conta l’elemento programmatico. Vogliamo essere i fautori di una ripresa di dialogo tra il Pd e il Movimento Cinquestelle”.

    (segue)

    continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Pd spaccato sul manifesto, sul congresso irrompe rischio scissione

    La sinistra archivia il Lingotto, Gori: potrei lasciare Roma, 2 dic. (askanews) - Dopo due...

    Ok Ue al Piano strategico di politica agricola comune sull’Italia

    Fondi Ue per 26,6 mld e nazionali da 8,5 mld di euro per 2023-27 Bruxelles,...

    Pd, E. Schlein: percorso collettivo, non credo a rischi scissione

    Distanze emergeranno ma con Bonaccini ho un ottimo rapporto Roma, 2 dic. (askanews) - "Domenica...