More
    HomeAttualitàNessuno vuole cani di Kim: ex presidente Sudcorea vuole restituirli

    Nessuno vuole cani di Kim: ex presidente Sudcorea vuole restituirli

    Published on

    Ultimi Articoli

    A Canino torna la Sagra dell’olio, dall’8 all’11 dicembre

    La più antica d'Italia nella Tuscia in provincia di Viterbo Roma, 4 dic. (askanews) -...

    Ischia, prima ordinanza Legnini: individuati attuatori urgenze

    Coinvolti Comuni, Città metropolitana e Protezione civile Napoli, 3 dic. (askanews) - Il commissario straordinario...

    A piazza San Pietro l’albero di Natale che arriva dall’Abruzzo

    Liris dopo l'inaugurazione: "Bellissima giornata di riflessione" Pescara, 3 dic. (askanews) - "Una bellissima giornata...

    Musica, show mondiale della famiglia Bocelli il 4 dicembre su YouTube

    "A Bocelli Family Christmas", una favola e un concerto insieme Roma, 3 dic. (askanews) -...

    Il leader nordcoreano li aveva regalati nel 2018
    Roma, 7 nov. (askanews) – L’ex presidente sudcoreano Moon Jae-in ha chiesto oggi al governo del suo Paese di riprendersi i cani che il leader supremo nordcoreano Kim Jong Un gli aveva donato nel 2018, in occasione del terzo summit intercoreano, che nel frattempo hanno anche avuto prole. Lo scrive oggi l’agenzia di stampa Yonhap. La coppia di cani sono sono due splendidi esemplari di razza Pungsan, cani da caccia piuttosto rari allevati sull’altipiano di Kaema, al confine tra la Cina e la Corea del Nord. Si tratta di una razza di cani che era usato per la caccia durante il primo periodo Joseon, durato dal XIV secolo per circa cinquecento anni. Il pelo bianco e lungo è un adattamento ai climi rigidi della montagna di cui è originaria. I due cani – il maschio si chiama Songkang e la femmina Gomi – e uno dei loro figli sono ancora nella casa privata di Yonsan del presidente, che è a 420 km a sud-est di Seoul, dopo il suo ritiro a maggio di quest’anno. In realtà, in base alla Legge sulle registrazioni presidenziali, i cani nordcoreani avrebbero dovuto rimanere nella disponibilità dello stato sotto il controllo degli Archivi presidenziali. Tuttavia gli Archivi presidenziali all’uscita di Moon firmarono un accordo con il presidente affinché gestisse per cinque anni per la cura degli animali, in assenza di strutture adatte per tenerli. L’accordo prevedeva che a Moon sarebbero state versate delle somme per la cura dei cani. Ma, in un comunicato, oggi l’ex presidente ha detto che l’ufficio presidenziale ha negato una modifica alla norma che avrebbe consentito all’ex presidente di tenere i cani. Ma l’ufficio presidenziale ha negato e ha detto che “sarà una decisione interamente attribuibile all’ex presidente Moon Jae-in” un’eventuale restituzione dei cani prima della revisine della norme. Secondo quanto ha riferito lo staff presidenziale. La cura costerebbe qualcosa come 2,5 milioni di won (quasi 2mila euro) al mese. continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    A Canino torna la Sagra dell’olio, dall’8 all’11 dicembre

    La più antica d'Italia nella Tuscia in provincia di Viterbo Roma, 4 dic. (askanews) -...

    Ischia, prima ordinanza Legnini: individuati attuatori urgenze

    Coinvolti Comuni, Città metropolitana e Protezione civile Napoli, 3 dic. (askanews) - Il commissario straordinario...

    A piazza San Pietro l’albero di Natale che arriva dall’Abruzzo

    Liris dopo l'inaugurazione: "Bellissima giornata di riflessione" Pescara, 3 dic. (askanews) - "Una bellissima giornata...