More
    HomePoliticaGiornalisti Pubblici: superare la “par condicio�

    Giornalisti Pubblici: superare la “par condicio�

    Published on

    Ultimi Articoli

    Ambasciatrice Slovacchia: concerto 30 anni Paese dedicato a Ucraina

    Wursterova: 2023 porti presto la vittoria di Kiev Roma, 31 gen. (askanews) - "Vicino a...

    Donzelli attacca Pd in aula. Che si indigna. E contrattacca: chiarire fonte

    Le opposizioni chiedono intervento prima Meloni poi Fontana e infine Nordio Roma, 31 gen. (askanews)...

    Migranti, Meloni: superare approccio ideologico, gestione europea

    La premier riceve Grandi. "Trovare presto strada per la pace in Ucraina" Roma, 31 gen....

    VIDEO | Polini (Civica D’Amato): “Impianti, trasporti e turismo per la crescita del Lazio”

    ROMA – "Nel programma di D’Amato ci sono dei punti che convergono con il...

    Superare la Par condicio, ridare voce alla pubblica amministrazione nel rapporto coi cittadini anche per lo sviluppo dell’informazione digitale e dei social che hanno rivoluzionato la comunicazione degli enti pubblici. E’ la richiesta inviata oggi al governo dai relatori che hanno partecipato all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, a Milano, al convegno “Il futuro dei giornalisti e dell’informazione nella pubblica amministrazioneâ€�, promosso dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome in collaborazione con il Consiglio regionale della Lombardia. Oltre 300 persone, tra cui un nutrito gruppo di studenti dell’Università Cattolica di Milano, hanno assistito dal vivo o in diretta streaming ai lavori.

    RAZZANTE (CATTOLICA): “IL COVID HA EVIDENZIATO I PROBLEMI DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA”

    “La pandemia- ha sottolineato nel suo intervento Ruben Razzante, Docente di Diritto dell’Informazione e Regole della Comunicazione d’Impresa all’Università Cattolica di Milano, fondatore del portale dirittodellinformazione.it e autore del “Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazioneâ€�- ha evidenziato le lacune del sistema della comunicazione pubblica in Italia. La necessità di riformare la legge 28/2000 sulla par condicio nella parte relativa agli enti locali è stata sottolineata sia dalla Presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala che da Roberto Ciambetti, Coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome e Presidente del Consiglio regionale del Veneto. La frequenza con cui si vota in Italia rende di fatto afone le pubbliche amministrazioni elettive per molti mesi l’anno e ciò crea un problema nella relazione tra cittadini e istituzioni, un rapporto già in crisi a causa della proliferazione di fake news e di notizie imprecise che circolano senza alcun controllo sui social.

    Giovanni Grasso

    GRASSO (QUIRINALE): “L’UFFICIO STAMPA NON DEVE RACCONTARE BALLE”

    Giovanni Grasso, Consigliere per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica ha raccontato con toni coloriti e confidenziali la sua esperienza di cronista parlamentare che nel 1996 si ritrova “dall’altra parte della barricata� a gestire la comunicazione dell’allora Presidente del Senato Nicola Mancino. “Volevo capire- ha detto Grasso- se si può fare il mestiere dell’ufficio stampa senza raccontare balle ai giornalisti. Credo che la trasparenza sia un valore anche se non tutto può e deve essere per forza reso pubblico. Anche le istituzioni più prestigiose- ha concluso Grasso- devono trasformare la loro comunicazione per raggiungere i cittadini in modo comprensibile e persuasivo�. Per Alessandro Fermi, Presidente del Consiglio regionale della Lombardia “il cuore dell’ufficio stampa- dev’essere composto da giornalisti sia per motivi deontologici sia per le competenze specialistiche che possono e sanno portare�.

    Sono intervenuti anche Fabio Malagnino, coordinatore dell’Ufficio Stampa del Consiglio regionale del Piemonte, e Vittorio Sgueglia della Marra, direttore del Servizio Open Government e dell’informazione istituzionale del Comune di Trieste.

    E’ seguita una tavola rotonda sulle relazioni che intercorrono tra gli uffici stampa e le redazioni, puntando l’attenzione sull’importanza del dialogo tra giornalisti. Dopo l’introduzione di Piero Mauro Zanin, Vice Coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome e Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, sono intervenuti Giorgio Sturlese Tosi, giornalista e inviato; Andrea Silla, vice caporedattore Tgr RAI Lombardia; Marco Sacchetti, caporedattore Agenzia DIRE Lombardia e Alberto Faustini, direttore quotidiano “Alto Adige�.
    Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

    L’articolo Giornalisti Pubblici: superare la “par condicioâ€� proviene da Ragionieri e previdenza.

    continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Ambasciatrice Slovacchia: concerto 30 anni Paese dedicato a Ucraina

    Wursterova: 2023 porti presto la vittoria di Kiev Roma, 31 gen. (askanews) - "Vicino a...

    Donzelli attacca Pd in aula. Che si indigna. E contrattacca: chiarire fonte

    Le opposizioni chiedono intervento prima Meloni poi Fontana e infine Nordio Roma, 31 gen. (askanews)...

    Migranti, Meloni: superare approccio ideologico, gestione europea

    La premier riceve Grandi. "Trovare presto strada per la pace in Ucraina" Roma, 31 gen....