More
    HomeMondoTutti i rischi dell’aiuto umanitario, un asset strategico

    Tutti i rischi dell’aiuto umanitario, un asset strategico

    Published on

    Ultimi Articoli

    Pd spaccato sul manifesto, sul congresso irrompe rischio scissione

    La sinistra archivia il Lingotto, Gori: potrei lasciare Roma, 2 dic. (askanews) - Dopo due...

    Ok Ue al Piano strategico di politica agricola comune sull’Italia

    Fondi Ue per 26,6 mld e nazionali da 8,5 mld di euro per 2023-27 Bruxelles,...

    Pd, E. Schlein: percorso collettivo, non credo a rischi scissione

    Distanze emergeranno ma con Bonaccini ho un ottimo rapporto Roma, 2 dic. (askanews) - "Domenica...

    Med Dialogues: al Mediterraneo serve stabilità, pesano Ucraina e Iran

    Al forum annuale le proposte per ridare priorità strategica all'area Roma, 2 dic. (askanews) -...

    ROMA – Guerre senza linee del fronte, anzi con linee del fronte diffuse, che tagliano città, occupano scuole e trasformano ospedali in quartier generali. E poi ong umanitarie a rischio strumentalizzazioni, per fini nient’affatto umanitari ma politici. Perché oggi, e questo è un punto fermo, l’aiuto è un asset strategico. Spunti al centro dello Humanitarian Congress, due giorni di analisi e dibattiti promossi al Maxxi di Roma dall’organizzazione Intersos.

    “GUERRE SENZA LINEE DEL FRONTE”

    Del carattere nuovo e pure delle costanti delle guerre contemporanee si discute durante un panel dal titolo ‘Quando i civili sono un target: cosa abbiamo imparato dai recenti conflitti’.A introdurre Lucia Goracci, corrispondente della Rai, spesso dal Medio Oriente. “Le guerre”, sottolinea la reporter, “oggi non hanno piu’ una linea del fronte, che attraversa invece tutto il Paese, i villaggi, le scuole e persino gli ospedali, spesso gli edifici piu’ alti, che quasi sempre diventano quartier generali dei combattenti”. Goracci ricorda l’assedio di Aleppo, in Siria nel 2016, e poi l’Iraq e l’Afghanistan, dove è tornata tre volte nell’ultimo anno. E a Kabul è stato anche Antonio Donini, co-fondatore dell’associazione United against Inhumanity.Al centro del suo intervento sia le necessità che i rischi dell’assistenza alle vittime. “Forse oggi ci sono piu’ civili uccisi nelle guerre ma ci sono anche piu’ occhi che guardano”, osserva Donini. “Contribuisce la presenza di un ecosistema umanitario che è diventato dieci volte piu’ grande di quello che era 20 o 30 anni fa”.Il suo è anche un monito. “Esiste il pericolo di una strumentalizzazione dell’azione umanitaria in funzione di agende che umanitarie non sono” avverte Donini. La tesi, allora, è che “anche la composizione del sistema è tale che i donatori sono perlopiu’ occidentali e hanno interessi che condizionano almeno in parte le attività delle organizzazioni umanitarie”.

    STRUMENTALIZZAZIONI POLITICHE

    Un allarme, questo, condiviso da Christopher Stokes, consulente di Medecins sans frontieres (Msf). “Il sistema dell’aiuto è sempre piu’ politicizzato” sottolinea l’esperto, in videocollegamento dall’Ucraina, aggiungendo: “L’aiuto diventa un asset strategico da controllare”.I rischi si aggiungono a difficoltà già sperimentate. Come quelle che coinvolgono perfino le Nazioni Unite, impegnate spesso nella distribuzione del cibo in Paesi in conflitto. “Nel nord della Nigeria capita che ammettano di non poter consegnare nulla nelle zone non controllate dal governo centrale senza una sua autorizzazione” denuncia Ed Schenkenberg, direttore esecutivo di Here, un think-tank con base a Ginevra specializzato sull’intervento umanitario: “Anche questa è una violazione degli standard”.
    ]]

    Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

    L’articolo Tutti i rischi dell’aiuto umanitario, un asset strategico proviene da Ragionieri e previdenza.

    continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Pd spaccato sul manifesto, sul congresso irrompe rischio scissione

    La sinistra archivia il Lingotto, Gori: potrei lasciare Roma, 2 dic. (askanews) - Dopo due...

    Ok Ue al Piano strategico di politica agricola comune sull’Italia

    Fondi Ue per 26,6 mld e nazionali da 8,5 mld di euro per 2023-27 Bruxelles,...

    Pd, E. Schlein: percorso collettivo, non credo a rischi scissione

    Distanze emergeranno ma con Bonaccini ho un ottimo rapporto Roma, 2 dic. (askanews) - "Domenica...