More
    HomeAttualitàMondiale 2022, Hrw accusa Qatar di detenzioni arbitrarie Lgbtq

    Mondiale 2022, Hrw accusa Qatar di detenzioni arbitrarie Lgbtq

    Published on

    Ultimi Articoli

    La moda piange Renato Balestra, lo stilista è morto a 98 anni

    ROMA – Renato Balestra è morto questa sera alle 21 nella clinica romana Mater...

    Una sede a Milano per il Centro Formazione Supereroi

    Lanciata campagna di crowdfunding Milano, 26 nov. (askanews) - Ha trovato casa in via Argelati...

    Morto il ministro degli Esteri bielorusso Makei, per Kiev è stato avvelenato

    Le condoglianze di Lukashenko e della Russia. Per leader opposizione: traditore Roma, 26 nov. (askanews)...

    Al via domenica 27 l’esposizione “Confini” di Giuseppe Canegiallo

    A Roma presso Piano Zero Roma, 26 nov. (askanews) - Si apre domenica 27 novembre...

    A un mese dalla competizione, l’ong respinge le accuse
    Roma, 24 ott. (askanews) – La polizia del Qatar ha arrestato e maltrattato arbitrariamente membri della comunità Lgbtq. Lo ha sostenuto l’ong Human Rights Watch in un rapporto pubblicato oggi, a un mese dal Mondiale 2022 in programma nel ricco emirato. L’omosessualità resta illegale in Qatar, ma gli organizzatori della Coppa del Mondo FIFA hanno affermato che le coppie dello stesso sesso non saranno molestate durante il torneo. Lo stato del Golfo ha negato fermamente qualsiasi arresto relativo all’orientamento sessuale e ha condannato il rapporto dell’ong. Il Qatar è monitorato da vicino mentre si avvicina la competizione, che dovrebbe attirare almeno un milione di spettatori stranieri, per la sua politica sui diritti umani. Hrw ha affermato di aver “documentato sei casi di percosse gravi e ripetute e cinque casi di molestie sessuali in custodia di polizia tra il 2019 e il 2022”. L’ultimo caso risale a settembre, secondo l’ong. Quattro donne transgender, una donna bisessuale e un gay hanno raccontato in questo rapporto come membri del Dipartimento di Sicurezza Preventiva del Ministero degli Interni del Qatar le abbiano detenute in un carcere sotterraneo a Doha. I servizi di sicurezza “hanno molestato verbalmente e maltrattato fisicamente i detenuti, schiaffeggiandoli, prendendoli a calci e prendendoli a pugni fino a farli sanguinare”. Una “di queste donne sostiene di aver perso conoscenza. I servizi di sicurezza hanno anche utilizzato abusi verbali, confessioni forzate e proibito ai detenuti di ottenere consulenza legale, contattare le loro famiglie o cercare cure”. Un transgender del Qatar ha raccontato di essere stato imprigionato due volte in una cella sotterranea: “Mi picchiavano ogni giorno e mi rasavano i capelli. Mi hanno anche chiesto di togliermi la maglietta per fare una foto del mio seno”. Questi sei detenuti sono stati costretti a sbloccare i loro telefoni, il che ha consentito alle autorità di accedere alle informazioni sui membri della comunità, ma nessuno di loro è stato accusato, aggiunge Hrw. Il sesso al di fuori del matrimonio e l’omosessualità sono proibiti in questo stato conservatore e possono essere puniti fino con la reclusione fino a sette anni. continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    La moda piange Renato Balestra, lo stilista è morto a 98 anni

    ROMA – Renato Balestra è morto questa sera alle 21 nella clinica romana Mater...

    Una sede a Milano per il Centro Formazione Supereroi

    Lanciata campagna di crowdfunding Milano, 26 nov. (askanews) - Ha trovato casa in via Argelati...

    Morto il ministro degli Esteri bielorusso Makei, per Kiev è stato avvelenato

    Le condoglianze di Lukashenko e della Russia. Per leader opposizione: traditore Roma, 26 nov. (askanews)...