More
    HomePoliticaI cimeli fascisti, ma non solo: ecco le passioni di Ignazio La...

    I cimeli fascisti, ma non solo: ecco le passioni di Ignazio La Russa

    Published on

    Ultimi Articoli

    Pd spaccato sul manifesto, sul congresso irrompe rischio scissione

    La sinistra archivia il Lingotto, Gori: potrei lasciare Roma, 2 dic. (askanews) - Dopo due...

    Ok Ue al Piano strategico di politica agricola comune sull’Italia

    Fondi Ue per 26,6 mld e nazionali da 8,5 mld di euro per 2023-27 Bruxelles,...

    Pd, E. Schlein: percorso collettivo, non credo a rischi scissione

    Distanze emergeranno ma con Bonaccini ho un ottimo rapporto Roma, 2 dic. (askanews) - "Domenica...

    Med Dialogues: al Mediterraneo serve stabilità, pesano Ucraina e Iran

    Al forum annuale le proposte per ridare priorità strategica all'area Roma, 2 dic. (askanews) -...

    ROMA – Ignazio Benito Maria La Russa è il presidente del Senato della XIX legislatura. Nato a Paternò, in provincia di Catania, il 18 luglio 1947, ma milanese d’adozione, La Russa ha tre figli maschi e a tutti e tre ha dato un nome che richiama gli indiani americani: Geronimo, Lorenzo Cochis e Leonardo Apache.

    Avvocato, una vita nella destra italiana: dal Movimento sociale ad Alleanza nazionale fino alla fondazione, insieme a Giorgia Meloni, di Fratelli d’Italia. Nelle piazze e nelle aule parlamentari, La Russa ha attraversato gli anni di piombo, i governi Berlusconi, le guerre in Afghanistan e in Libia.

    È stato ministro della Difesa e vice presidente delle camere prima di diventare la seconda carica dello Stato. Nel suo pantheon virtuale abitano sicuramente il padre, Antonino – che è stato segretario politico del Partito nazionale fascista – e Pinuccio Tatarella, padre politico, missino, soprannominato “ministro dell’armonia”. Di La Russa si conosce il carattere fumantino e lo sguardo luciferino, e soprattutto il suo tifo sfegatato per l’Inter.

    “Ho goduto più quando abbiamo vinto la Champions”, ha detto alla Stampa subito dopo l’elezione a presidente del Senato. “Non ha fatto i conti con il suo passato”, accusa Pagine Ebraiche, il quotidiano dell’Ucei, mentre il Guardian lo presenta sul sito come un collezionista di “cimeli fascisti e statue di Mussolini”. Lui, che è sempre stato un uomo di parte, garantisce che sarà il presidente di tutti.

    Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

    L’articolo I cimeli fascisti, ma non solo: ecco le passioni di Ignazio La Russa proviene da Ragionieri e previdenza.

    continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Pd spaccato sul manifesto, sul congresso irrompe rischio scissione

    La sinistra archivia il Lingotto, Gori: potrei lasciare Roma, 2 dic. (askanews) - Dopo due...

    Ok Ue al Piano strategico di politica agricola comune sull’Italia

    Fondi Ue per 26,6 mld e nazionali da 8,5 mld di euro per 2023-27 Bruxelles,...

    Pd, E. Schlein: percorso collettivo, non credo a rischi scissione

    Distanze emergeranno ma con Bonaccini ho un ottimo rapporto Roma, 2 dic. (askanews) - "Domenica...