More
    HomeEconomiaCassa previdenziale “ad hoc” per le professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e...

    Cassa previdenziale “ad hoc” per le professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione

    Published on

    Ultimi Articoli

    Ischia, prima ordinanza Legnini: individuati attuatori urgenze

    Coinvolti Comuni, Città metropolitana e Protezione civile Napoli, 3 dic. (askanews) - Il commissario straordinario...

    A piazza San Pietro l’albero di Natale che arriva dall’Abruzzo

    Liris dopo l'inaugurazione: "Bellissima giornata di riflessione" Pescara, 3 dic. (askanews) - "Una bellissima giornata...

    Musica, show mondiale della famiglia Bocelli il 4 dicembre su YouTube

    "A Bocelli Family Christmas", una favola e un concerto insieme Roma, 3 dic. (askanews) -...

    Ai Med 2022 Italia si candida a ruolo da “protagonista positiva”

    Meloni: atteggiamento "non predatorio". Tajani: dialogo e confronto Roma, 3 dic. (askanews) - In un...

    “Dare nuove opportunità di intervento ai podologi per tutelare la salute dei cittadini”

    Congresso nazionale al Museo di Pietrarsa venerdì 14 e sabato 15 ottobre 2022

    NAPOLI – “Stiamo lavorando per realizzare una cassa previdenziale autonoma in modo da permettere al libero professionista di non essere più legato alla gestione separata dell’Inps.

    Occorre costruire un percorso che veda riconosciute la specificità e l’autonomia previdenziale per i liberi professionisti rientranti nella Fno Tsrm Pstrp (Federazione nazionale degli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, presieduta da Teresa Calandra)”.

    Lo afferma il dottor Vincenzo Di Salvatore, consigliere del Comitato Centrale della Federazione nazionale degli Ordini TSRM e PSTRP, con delega alla Cassa Previdenziale ed alla libera professione nonché componente della Commissione di albo Nazionale dei Podologi, presentando il primo congresso nazionale di categoria in programma al Museo Ferroviario di Pietrarsa, a Napoli, venerdì 14 e sabato 15 ottobre.

    “Oltre 600 podologi discuteranno di argomenti che riguardano il futuro della professione: come ad esempio la revisione e ampliamento dei profili professionali, che darà la possibilità per il professionista sanitario di intervenire con maggiore efficacia per la tutela della salute del cittadino.

    In altri Paesi, viene data la possibilità ai podologi di agire in modo più ampio per risolvere i problemi dei pazienti ed è per questo che è necessario parlare di revisione dei profilo, di competenze avanzate e attività giuridica e medico legale”, spiega il dottor Stefano Massimiani, vicepresidente della commissione di albo nazionale podologi.

    Nella due giorni si parlerà anche di lotta all’abusivismo professionale, radicamento sul territorio, Lea, Università, società scientifiche e tecnico-scientifiche, multidisciplinarietà.

    “Podologia in movimento: dal nuovo codice deontologico alla revisione del profilo professionale” è il tema del congresso che comincerà con la sessione plenaria alle 9.30.

    “Il primo congresso della Commissione d’albo nazionale dei podologi rappresenta un appuntamento epico per la nostra professione, che segna il passaggio istituzionale dalla rappresentanza associativa a quella ordinistica”, sottolinea Vito Michele Cassano presidente della CdA nazionale Podologi, che aggiunge: “Una nuova partenza che ha coinvolto 19 professioni sanitarie in un percorso di condivisione e programmazione che ha aperto una fase costruttiva per la podologia del futuro”.

    Si comincerà con gli interventi di Franco Ascolese (presidente dell’Ordine Tsrm-Pstrp di Napoli Avellino, Benevento e Caserta), Teresa Calandra, Vito Michele Cassano e Vincenzo Di Salvatorea cui sarà affidata la presentazione del congresso.

    Successivamente si terrà la sessione sul tema “Dal nuovo Codice deontologico alla revisione del profilo professionale”, moderata da Alessio Gigantino (Cda nazionale podologi) e Carmine Pecoraro (presidente dell’Ordine Tsrm e Pstrp di Salerno) a cui interverranno Francesco Armenise (Nuovo Codice deontologico), Stefano Massimiani (revisione profilo professionale) e Vincenzo Di Salvatore (Cassa previdenziale).

    E ancora si svolgerà la tavola rotonda su “abusivismo e competenze avanzate” – moderata dal giornalista Angelo Cerulo – con Alessandro Beux (componente Fno Tsrm e Pstrp con delega Gruppo di lavoro AGML), Franco Ascolese, Alessandro Cisternino (Comandante dei NAS di Napoli), Vincenzo Braun (componente Fno Tsrm e Pstrp con delega AGENAS e formazione ECM), Vito Michele Cassano.

    E ancora nelle assise a Pietrarsa è in calendario nella tarda mattina la tavola rotonda su “Lea e podologo sul territorio”.

    Il congresso si svolgerà per l’intera giornata di venerdì con altri momenti di confronto sui temi centrali e si concluderà alle 18 di sabato 15 ottobre.

    L’articolo Cassa previdenziale “ad hoc” per le professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione proviene da Notiziedi.

    continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Ischia, prima ordinanza Legnini: individuati attuatori urgenze

    Coinvolti Comuni, Città metropolitana e Protezione civile Napoli, 3 dic. (askanews) - Il commissario straordinario...

    A piazza San Pietro l’albero di Natale che arriva dall’Abruzzo

    Liris dopo l'inaugurazione: "Bellissima giornata di riflessione" Pescara, 3 dic. (askanews) - "Una bellissima giornata...

    Musica, show mondiale della famiglia Bocelli il 4 dicembre su YouTube

    "A Bocelli Family Christmas", una favola e un concerto insieme Roma, 3 dic. (askanews) -...