More
    HomePrimo PianoEurozona: a settembre PMI manifatturiero scende a minimi 27 mesi

    Eurozona: a settembre PMI manifatturiero scende a minimi 27 mesi

    Published on

    Ultimi Articoli

    Lombardia, M5s: Fontana e Moratti senza coraggio, basta logorio

    Stasera ennesima, indegna, pagliacciata del centrodestra lombardo Milano, 30 set. (askanews) - "Questa...

    Meloni si concentra su energia per ‘distrarsi’ da toto ministri

    Domani a Coldiretti, forse incontro con Cav., che ha visto Salvini Roma, 30...

    Ucraina: Conte: Kiev spinge a cobelligerenza, prevalga dialogo

    "Escalation preoccupante , strategia Nato-Ue ci espone a spirale fuori controllo Roma, 30...

    Ue, Metsola:l’Italia ha votato e la sua scelta va rispettata

    "Ho piena fiducia nella democrazia, Italia continuerà ad avere ruolo fondamentale in Europa" ...

    Terzo mese consecutivo di contrazione dell’attività economica
    Milano, 23 set. (askanews) – A settembre l’indice PMI manifatturiero dell’eurozona è sceso a 48,5 dai 49,6 di agosto, toccando il minimo da 27 mesi. L’indice PMI Composito della produzione è sceso a a 48,2 da 48,9 di agosto, valore minimo in 20 mesi, mentre l’indice PMI dei servizi è calato a 48,9 dal precedente 49.8, sui minimi degli ultimi 19 mesi. A settembre, sottolinea S&P Global, “si intensifica il calo dell’economia dell’eurozona, registrando il terzo mese consecutivo di contrazione dell’attività economica”. “Anche se solo modesto, il tasso di declino è accelerato ad un ritmo che, escluso il periodo di restrizioni anti-pandemia, è stato il più forte dal 2013”, spiega. “Gli indicatori anticipatori di tendenze, quali l’afflusso dei nuovi ordini, il lavoro inevaso e le aspettative future indicano che la contrazione incrementerà nei prossimi mesi”. Il peggioramento, rileva ancora S&P Global, “è stato osservato sia nel manifatturiero sia nel terziario, con un maggiore deterioramento della domanda in entrambi i settori visto l’aumento del costo della vita e le prospettive future sempre più cupe. L’impennata dei prezzi energetici ha aggiunto peso ulteriore sui costi delle aziende, in alcuni casi limitandone la produzione, facendo schizzare in alto gli indicatori dei prezzi e registrando una nuova accelerazione delle pressioni inflazionistiche”. continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Lombardia, M5s: Fontana e Moratti senza coraggio, basta logorio

    Stasera ennesima, indegna, pagliacciata del centrodestra lombardo Milano, 30 set. (askanews) - "Questa...

    Meloni si concentra su energia per ‘distrarsi’ da toto ministri

    Domani a Coldiretti, forse incontro con Cav., che ha visto Salvini Roma, 30...

    Ucraina: Conte: Kiev spinge a cobelligerenza, prevalga dialogo

    "Escalation preoccupante , strategia Nato-Ue ci espone a spirale fuori controllo Roma, 30...