More
    HomePrimo PianoAttività di governo del 1 settembre 2022

    Attività di governo del 1 settembre 2022

    Published on

    Ultimi Articoli

    Spazio, sonda Dart si è schiantata sull’asteroide Dimorphos

    Missione per verificare se è possibile deviare traiettoria asteroidi Roma, 27 set. (askanews)...

    Elezioni, Commissione Ue: lavoriamo con tutti i governi eletti

    Gentiloni: "E' prioritario realizzare impegni presi con il Pnrr" Bruxelles, 26 set. (askanews)...

    Fdi, day after di Meloni tra silenzio e testa già a governo

    Punta a stringere i tempi. Nodo Economia, si spera in Panetta Roma, 26...

    Mondiali, secondo successo per le azzurre: 3-0 a Porto Rico

    Vittoria non scontata per l'Italia che fatica oltre il dovuto Roma, 26 set....

    Roma, 19 set. (askanews) – IL FATTO

    Relazione del ministro Cingolani al Governo su approvvigionamenti e situazione energetica in Italia.

    Il Consiglio dei ministri si è riunito giovedì 1° settembre 2022, alle ore 10.25 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli. Il Consiglio dei ministri è terminato alle ore 11.40. Ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani ha effettuato una informativa al Consiglio sulla situazione energetica in Italia.

    OBIETTIVO SUL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 1 SETTEMBRE 2022

    Regolamentate le Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica.

    Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’università e della ricerca Maria Cristina Messa, ha approvato, in esame preliminare, due regolamenti, da adottarsi con altrettanti decreti del Presidente della Repubblica, che intervengono sulla definizione degli ordinamenti didattici delle Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) e sulle procedure e le modalità per la programmazione e il reclutamento del personale docente e del personale amministrativo e tecnico del relativo comparto. Di seguito i principali contenuti dei due provvedimenti.Le principali novità sono costituite dall’introduzione dell’Abilitazione artistica nazionale, dalla previsione delle procedure per il reclutamento dei ricercatori, dalla mobilità e dalle disposizioni per le cattedre a tempo parziale. Inoltre, in merito all’attività di ricerca nel sistema AFAM, si attua l’articolo 14 del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, relativo alla governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che ha introdotto tali contratti, diversi da quelli a tempo determinato in quanto conclusi per l’esclusivo svolgimento di specifici progetti di ricerca, finanziati totalmente con fondi esterni e non aventi impatto sull’organico delle istituzioni. Modifiche al regolamento recante disciplina per la definizione degli ordinamenti didattici delle Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, a norma dell’articolo 2 della legge 21 dicembre 1999, n. 508, adottato con decreto del Presidente della Repubblica 8 luglio 2005 n. 212 Regolamento recante le procedure e le modalità per la programmazione e il reclutamento del personale docente e del personale amministrativo e tecnico del comparto AFAM (decreto del Presidente della Repubblica – esame preliminare)L’intervento mira a superare l’attuale frammentazione normativa e l’impianto organizzativo fortemente centralizzato in materia didattica. Si delinea un nuovo assetto dei corsi, dei dipartimenti e delle scuole, valorizzando l’autonomia organizzativa e didattica delle istituzioni AFAM. Le scuole divengono strutture facoltative che le istituzioni possono o meno prevedere. I dipartimenti vengono definiti come le strutture che coordinano l’attività didattica e di ricerca, sono responsabili dell’offerta formativa dei corsi e delle scuole in essi ricompresi e formulano proposte al consiglio accademico.

    LE ALTRE DECISIONI DEL CDM DEL 01/09/2022

    -Deliberazioni di Protezione Civile.

    Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, ha deliberato l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza, adottata con delibera del 4 luglio 2022, in relazione alla situazione di deficit idrico in atto, ai territori delle regioni Liguria e Toscana ricadenti nel bacino distrettuale dell’Appennino settentrionale. Per far fronte ai primi interventi (organizzazione ed effettuazione degli interventi di soccorso e assistenza alla popolazione e al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture) sono stati stanziati 10.000.000 di euro, di cui 5.700.000 euro per la Regione Liguria e 4.300.000 euro per la Regione Toscana; l’estensione territoriale dello stato di emergenza di cui alla delibera del Consiglio dei ministri del 4 agosto 2022 in relazione alla situazione di deficit idrico in atto, all’intero territorio della Regione Lazio, ivi compresi i territori ricadenti nel bacino del Distretto dell’Appennino meridionale;la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il giorno 12 agosto 2022 nel territorio dell’isola di Stromboli, nel comune di Lipari (ME). Per far fronte alle esigenze ritenute più urgenti è stata stanziata la somma di 1.000.000 di euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali;a proroga dello stato di emergenza in conseguenza delle elevate concentrazioni in aria dei gas vulcanici CO2, SO2 e H2S rilevate nel territorio dell’isola di Vulcano, ricompresa nel comune di Lipari (ME);l’ulteriore stanziamento di 20.300.000 euro per la realizzazione degli interventi in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni dal 2 al 5 ottobre 2020 nel territorio delle province di Bergamo, di Brescia, di Como, di Lecco, di Pavia, di Sondrio e di Varese;l’ulteriore stanziamento di 9.250.000 euro per la realizzazione degli interventi in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni dal 2 al 4 ottobre 2020 nel territorio dei comuni di Andalo, Arco, Bleggio Superiore, Bocenago, Borgo Lares, Bresimo, Caderzone Terme, Caldes, Carisolo, Cavedine, Cavizzana, Cis, Comano Terme, Commezzadura, Croviana, Dimaro Folgarida, Drena, Dro, Fiavè, Giustino, Ledro, Livo, Madruzzo, Malè, Massimeno, Mezzana, Molveno, Nago-Torbole, Ossana, Peio, Pellizzano, Pelugo, Pinzolo, Strembo, Rabbi, Rumo, Tenno, Terzolas, Tione di Trento, Tre Ville, Vallelaghi, Vermiglio, Porte di Rendena, Riva del Garda, San Lorenzo Dorsino, Sella Giudicarie, Spiazzo e Stenico della Provincia autonoma di Trento.

    -Ok a impianti energetici da fonti rinnovabili.

    Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, ha dato il via libera alla realizzazione dell’impianto geotermico di tipo binario, con relative opere connesse, ubicato nel Comune di Abbadia San Salvatore (SI), proposto da Sorgenia Le Cascinelle S.r.l.. E al progetto di un nuovo impianto eolico denominato “Monte Giogo di Villore”, di potenza complessiva pari a 29,6 MW, localizzato nei comuni di Vicchio (FI) e Dicomano (FI), comprese le opere ed infrastrutture accessorie localizzate nei comuni di San Godenzo (FI), Rufina (FI) e Dicomano (FI), proposto da AGSM Verona S.p.a. continua a leggere sul sito di riferimento

    Radio Kiss Kiss Radio Kiss Kiss
    Country: Italy
    Radio Monte Carlo Radio Monte Carlo
    Country: Italy
    Radio Rai 1 Radio Rai 1
    Country: Italy
    Radio Rai 2 Radio Rai 2
    Country: Italy
    Radio Rai 3 Radio Rai 3
    Country: Italy
    RDS RDS
    Country: Italy
    RTL RTL
    Country: Italy

    Altri Articoli

    Spazio, sonda Dart si è schiantata sull’asteroide Dimorphos

    Missione per verificare se è possibile deviare traiettoria asteroidi Roma, 27 set. (askanews)...

    Elezioni, Commissione Ue: lavoriamo con tutti i governi eletti

    Gentiloni: "E' prioritario realizzare impegni presi con il Pnrr" Bruxelles, 26 set. (askanews)...

    Fdi, day after di Meloni tra silenzio e testa già a governo

    Punta a stringere i tempi. Nodo Economia, si spera in Panetta Roma, 26...