– IDO: UN BIMBO AUTISTICO OGNI 70? DIAGNOSI NON APPROFONDITA
“Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico su 2.000 bimbi, oggi è di 1 ogni 70. Di certo alla base di questo aumento ci sono state una serie di cause suppletive, come gli effetti dell’inquinamento sulle donne in gravidanza, ma 1 bambino ogni 70 è davvero troppo. È un aumento che i grandi esperti hanno già messo in discussione, ponendo dubbi sulla modalità clinica di queste diagnosi”. A sottolinearlo è Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell’IdO, che spiega come bisogna leggere questo numero così elevato.
– ‘CRAZY FOR FOOTBALL’, SPORT COME CURA SALUTE MENTALE
“Noi psichiatri ci impegneremo a prescrivere calcio a tutte le forme di fragilità. Ma non il calcio in pasticche, il calcio che si gioca”. Lo ha detto Santo Rullo, medico della Nazionale Italiana ‘Crazy For Football’, in occasione del quadrangolare ‘Dream World Cup – Crazy for football special edition’, torneo che si è svolto a Roma all’insegna dello sport come strumento di cura, integrazione, inclusione e speranza per le persone più fragili, organizzato da Ecos con il sostegno della Regione Lazio. “Abbiamo dato vita al Progetto ‘Sphere’-Sport Healing Rehabilitation, che per due anni ha raccolto tutte le prassi di sport e salute mentale sul territorio di sei Nazioni europee. Durante il lockdown siamo riusciti a fare dei progetti pilota e abbiamo stilato 17 punti in Linee Guida già disponibili sul sito di ‘Sphere’ per tutti gli operatori della salute mentale e per tutti i tecnici dello sport che vorranno impegnarsi in questa operazione” ha concluso Santo Rullo. “I pazienti psichiatrici non solo hanno diritto a fare sport, ma lo possono fare ad altissimi livelli. Noi- ha detto invece Enrico Zanchini, ct della Nazionale ‘Crazy For Football’- abbiamo selezionato 7 giocatori sui circa 200 visionati, inserendoli nella rosa del Mondiale vinto a Roma nel 2018. Chi ha potuto vedere le partite si è reso conto che potrebbero giocare in campionati regionali, anche nazionali, sia di calcio a 5 che di calcio a 11”.
– RANDELLI (PINI CTO): PATOLOGIE ANCA COLPISCONO A TUTTE ETA’
Sono numerose e differenti le patologie che possono interessare l’articolazione dell’anca, di cui alcune di recentissima definizione e che possono insorgere a ogni età: dalle patologie congenite come la displasia dell’anca, al conflitto femoro-acetabolare, molto diffuso tra i giovani adulti, fino alle patologie tipiche dell’età avanzata come l’artrosi e le fratture del collo del femore, ma anche la sindrome dolorosa del grande trocantere, la borsite trocanterica. Senza dimenticare poi la ‘grande sfida’ dei chirurghi dell’anca, ovvero la revisione delle protesi, un intervento molto complesso. L’agenzia Dire ha interpellato sull’argomento Filippo Randelli, esperto di Traumatologia e Chirurgia dell’Anca presso il Centro di Chirurgia dell’Anca dell’Asst Gaetano Pini-Cto di Milano.
– SANTA LUCIA: DALLE LIPOSSINE POSSIBILE NUOVO TRATTAMENTO SCLEROSI MULTIPLA
Uno studio internazionale, pubblicato dalla rivista Cell Reports, ha scoperto nelle lipossine un possibile trattamento della sclerosi multipla, malattia autoimmune/degenerativa con cui in Italia si confrontano quotidianamente circa 130mila persone. Le lipossine sono le molecole che iniziano la fase conclusiva di un processo infiammatorio acuto, innescando la successiva produzione delle resolvine, ossia le molecole responsabili dei processi di riparazione e ripristino dell’equilibrio con l’ambiente esterno dei tessuti danneggiati. La sfida di utilizzare queste molecole per bloccare l’infiammazione nella sm è stata raccolta dai ricercatori di tre centri: la Fondazione Santa Lucia Irccs, l’Università di Amsterdam e l’Università di Berna, in collaborazione anche con la Harvard Medical School Usa, in un lavoro co-finanziato dal ministero della Salute e dalla Fondazione italiana Sclerosi Multipla, il braccio della ricerca di Aism.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Tg Riabilitazione, edizione del 23 giugno 2021 proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=31553