UCRAINA, NATO VALUTA MISSILI E DIFESA AREA
E’ passato un mese dall’inizio della guerra in Ucraina e oggi a Bruxelles è il giorno dei vertici di G7, Nato e Europa, a cui partecipa anche il presidente americano Joe Biden. I leader del G7 sono pronti a imporre “severe conseguenze” alla Russia con l’attuazione delle sanzioni già decise e anche ulteriori misure. Biden annuncia che la Nato sta valutando sistemi di difesa aerea per aiutare l’Ucraina e l’invio di missili anti nave, mentre Jens Stoltenberg, il segretario generale dell’Alleanza atlantica, si dice preoccupato perchè “la Russia cerca un pretesto per usare le armi chimiche”.Al Consiglio europeo il premier Mario Draghi punta sugli acquisti e gli stoccaggi comuni di gas. Sul tavolo ci sono anche altri temi, come un fondo per i rifugiati e la costruzione della difesa comune.
UCRAINA, PAPA: PAZZIA AUMENTO SPESA ARMI
Papa Francesco rilancia il suo impegno contro la guerra e per il cessate il fuoco immediato in Ucraina. Il Pontefice critica l’aumento delle spese militari e si rivolge ai leader politici senza mezzi termini: “Io mi sono vergognato quando ho letto che un gruppo di Stati vogliono spendere il 2 per cento del Pil per l’acquisto di armi, come risposta a quelloo che sta accadendo, pazzi”, afferma nel corso di un’udienza in Vaticano. “La vera risposta non sono altre armi, altre sanzioni, altre alleanze politico militari – ribadisce Bergoglio -, ma una impostazione diversa, un modo diverso di governare il mondo, non facendo vedere i denti”.Intanto, la Cei invoca un iter veloce di riconoscimento della protezione temporanea per i profughi che scappano dall’Ucraina.
DAI MERCATI AI COMUNI, INFLAZIONE “DEVASTANTE”
Il conflitto scatenato dalla Russia in Ucraina continua a influenzare la volatilità dei mercati. Secondo la Banca centrale europea il conflitto aumenta l’incertezza, portando rischi estremi sulla ripresa, perciò il rialzo dei tassi non sarà immediato. Scenari cupi che già si riflettono sull’economia reale dei territori. Nei Comuni, ad esempio, l’impatto dell’inflazione sui bilanci potrebbe essere “devastante”. Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e presidente dell’associazione delle autonomie locali, chiede al governo un fondo straordinario per l’energia. Senza aiuti le città rischiano di dover spegnere l’illuminazione e aumentare le tasse locali.
FOSSE ARDEATINE, “DIFENDERE VALORI RESISTENZA”
I valori della resistenza ci interrogano in Ucraina e in tutta Europa. Il giorno dell’anniversario della strage delle Fosse Ardeatine, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato un messaggio al congresso dell’Anpi: “Il bersaglio della guerra non è soltanto la pretesa di sottomettere un Paese indipendente come l’Ucraina”, sottolinea il capo dello Stato. “L’attacco colpisce la democrazia, rigenerata dalla lotta al nazifascismo, dall’affermazione dei valori della liberazione combattuta dai movimenti di resistenza, rinsaldata dalle Costituzioni che hanno posto la libertà alle fondamenta della convivenza”. Il presidente della Camera, Roberto Fico, ricorda “le 335 persone inermi trucidate” 78 anni fa alle Fosse Ardeatine. Questi martiri, prosegue Fico, “insieme a tutte le altre vittime civili della barbarie nazifascista, appartengono alla nostra memoria collettiva: custodirne il ricordo rappresenta un dovere civile e morale per ognuno di noi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Tg Politico Parlamentare, edizione del 24 marzo 2022 proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=59565