BARi – La procura di Trani ha aperto un fascicolo di inchiesta sulla morte di Doriana Scardigno la donna di 43 anni di Molfetta (Bari) deceduta in uno studio dentistico di Corato. Si indaga per omicidio colposo, reato per cui – come atto dovuto – risponde il dentista. Secondo quanto emerso finora alla vittima, architetta di professione, che doveva sottoporsi a una visita odontoiatrica, sarebbe stata somministrata una pre-anestesia che avrebbe provocato un malore. Sono stati inutili i soccorsi prestati da parte del personale medico. Sul corpo della 43enne sarà effettuata l’autopsia per chiarire se c’è o no una correlazione tra il decesso e il farmaco somministrato alla paziente o se si sia trattato di un malore indipendente dall’anestesia. Le indagini sono affidate ai carabinieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Muore dopo l’anestesia dal dentista, si indaga per omicidio colposo proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=47267