ROMA- La Russia chiude il rubinetto del gas alla Finlandia. La compagnia russa Gazprom ha confermato di aver bloccato le forniture di gas naturale al Paese scandinavo, ufficialmente a causa del rifiuto della compagnia finlandese Gasum di effettuare il pagamento in rubli. Lo rende noto l’agenzia russa Tass.

I mancati pagamenti in rubli, sottolinea Gazprom, riguardano il mese di aprile e seguono la direttiva del presidente russo Vladimir Putin di pretendere la valuta locale per i pagamenti delle forniture di gas ai Paesi ‘ostili’. Nelle scorse settimane, Gazprom aveva tagliato le forniture anche a Polonia e Bulgaria. In Italia, Eni ha annunciato l’avvio delle procedure per aprire due conti in Gazprom Bank, uno in euro e l’altro in rubli. Una decisione, ha sottolineato la compagnia, condivisa con le istituzioni italiane.

LEGGI ANCHE: Ucraina, Kiev esamina la proposta di pace di Draghi in quattro tappe

Dietro la decisione di Mosca, però, potrebbe esserci anche l’avvio ufficiale della procedura di adesione alla Nato, presentata in settimana congiuntamente da Finlandia e Svezia. Una ritorsione, insomma, verso il governo guidato dalla premier Sanna Marin, che mercoledì ha fatto visita al premier italiano Mario Draghi.

In ogni caso, la sospensione delle forniture di gas proveniente da Gazprom non dovrebbe avere un impatto immediato per la Finlandia, in quanto nel mix energetico del Paese scandinavo il gas russo pesa per circa il 5% ed è impiegato soprattutto per usi industriali e non di riscaldamento di abitazioni e uffici.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it>

L’articolo La Russia taglia il gas alla Finlandia: da Gazprom stop alle forniture proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=68974