NAPOLI – Ci sono quasi circa 400 persone che non sanno dove dormiranno stanotte, abbiamo portato viveri e soccorsi, ora aspettiamo che le istituzioni intervengano al più presto”. Così Emergency dopo il vasto incendio che, la scorsa notte, ha raso al suolo il campo rom di Barra, a Napoli, nei pressi di via Mastellone, per cause ancora da stabilire. Al momento, spiega l’associazione, non si registrano feriti tra i circa 400 occupanti dell’insediamento, di cui almeno 100 minori evacuati nel cuore della notte. Al momento le persone sono state portate nella scuola Lotto G e I.C. 70 Marino S. Rosa di Ponticelli, ma non potranno rimanere per la notte.

“Conosciamo gli abitanti del campo, perché sono nostri pazienti e stiamo effettuando screening sanitari per capire se ci sono ustioni e intossicazioni, o se serve che qualcuno venga con noi in ambulatorio – dichiara Andrea Belfiore, coordinatore del progetto di Ponticelli di Emergency- . Insieme alle associazioni che lavorano con noi in quest’area, stiamo portando beni di prima necessità, acqua e viveri per affrontare il caldo di queste ore. Ma ci chiediamo dove dormiranno questa notte queste persone? Dove andranno i bambini? Aspettiamo che le istituzioni intervengano velocemente per trovare una soluzione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo In fiamme campo rom nel Napoletano, Emergency: “In 400 non sanno dove andare” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=35581