TORINO – I 5 Stelle, privi di un interlocutore politico chiaro, sono ufficialmente fuori dall’agenda delle alleanze del centrosinistra torinese post-primarie. Lo spiega alla ‘Dire’ senza girarci troppo attorno il vincitore delle primarie e capogruppo in Consiglio comunale a Torino per il Pd Stefano Lo Russo: “Non sono nel perimetro”, taglia corto interpellato sui pentastellati. Lo Russo sta rientrando a Torino dopo aver terminato la sua due giorni romana durante la quale ha incontrato il segretario del Pd Enrico Letta (ieri) e il membro della direzione nazionale di Azione Matteo Richetti (oggi).

Ora il primo punto all’ordine del giorno del centrosinistra è convincere i moderati a sostenere Lo Russo, prima che una parte di loro, Azione in primis, vada col centrodestra ‘civico’ di Paolo Damilano.

La speranza di Lo Russo è quella di far rientrare Azione nel tavolo del centrosinistra torinese, da cui è uscita lo scorso novembre. Ma per ora, dopo che Richetti aveva parlato di candidatura autonoma di Azione sotto la Mole, col partito di Carlo Calenda Lo Russo non è ancora arrivato a un accordo: “Ci stiamo lavorando”, chiude.

LEGGI ANCHE: Comunali Torino, Azione chiude al Pd e guarda al centrodestra: “Ma il problema è Fdi”

LEGGI ANCHE: Comunali Torino, Sganga (M5s) apre al Pd: “Dialogo su circoscrizioni”

LEGGI ANCHE: Comunali Torino, Tresso: “Subito dialogo con M5s, Lo Russo convochi me e Lavolta”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Comunali Torino, Lo Russo torna da Roma: “M5s fuori, dialogo con Azione” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=31513