MODENA – Si contano ben 113 troupe iscritte dall’Italia e dall’estero (è il secondo miglior risultato dal 2015, con un +28% rispetto al 2018), 61 lavori consegnati (il secondo miglior risultato dal 2015), 24 titoli in finale (di cui otto drammatici, sei commedie, sei doc-mockumentary, uno di fantascienza, due horror, un film muto). Sono i numeri di “quattro Giorni Corti + 2-edizione 2021”, la gara di cortometraggi del Nonantola Film Festival i cui vincitori verranno svelati domenica.

La manifestazione, organizzata d’intesa con il Comune di Nonantola, segnala di voler dare come l’anno scorso “un forte segnale di continuità”, in tempi di pandemia. Come nel 2020, tra l’altro, ci saranno due giorni in più rispetto ai quattro tradizionali per le riprese. Tra tutti i titoli in ballo, la giuria di qualità, formata da professioniste del settore, sceglierà i tre vincitori che saranno svelati alle 21 di domenica 16 maggio sulla pagina Facebook del festival: come premio, riceveranno rispettivamente 1.500, 500 e 250 euro. Ma ecco la composizione della giuria dei cortometraggi del Nonantola Film Festival, tutta al femminile dunque: ci sono la fotografa ufficiale del Nff Gabriella Ascari, l’attrice Paola Lavini, la responsabile della distribuzione Wanted Cinema Anastasia Plazzotta, la montatrice e produttrice Rita Rognoni, l’attrice e direttrice artistica di DramaTeatro Magda Siti.

I corti sono già visibili nel sito della manifestazione, mentre per il pubblico c’è la possibilità di votarli, tramite iscrizione gratuita nel sito, per l’assegnazione del premio intitolato a Nicolò Gianelli. Dopo il 16 maggio, saranno visibili online anche i corti esclusi dalla finale.

LEGGI ANCHE: I David di Donatello tornano al Quirinale: Mattarella alla cerimonia di presentazione dei candidati

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Boom di cortometraggi al Nonantola Film Festival. E la giuria è tutta femminile proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=26957