ROMA – “No, non mi sto spostando a destra. La Sicilia è da sempre una terra in cui si fanno sperimentazioni audaci. C’è da eleggere il sindaco di Palermo e il presidente della Regione. Soprattutto sul sindaco di Palermo stanno valutando se quell’area definita popolare, quella che va da Fi fino a fino ai riformisti del Pd, riesce a stare insieme. Il mio commento è che se son rose fioriranno, vedremo. E’ una questione in questo momento tutta interna alla Sicilia”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Giancarlo Loquenzi a ‘Zapping’, Matteo Renzi, in merito all’accordo tra Forza Italia e Sicilia Futura-Italia viva con liste comuni alle Amministrative di Palermo e alle Regionali del 2022. “Del resto- aggiunge- non sono stato io a dire che bisognava allargarsi a Fi ma lo stesso Letta a dire che bisognava dividere i moderati dai sovranisti. Sono tutte chiacchiere, fino al presidente della Repubblica sono pronto a scommettere che è tutta ammuina”.

LEGGI ANCHE: Miccichè e l’intesa con Renzi: “‘Forza Italia Viva’ non esiste. Almeno, non ora…”

DDL ZAN, RENZI: “AUTOGOL LETTA, SU DIRITTI È IL BLA BLA BLA FATTO PERSONA”

“Mi attaccano per la vicenda dei diritti? A me scappa da ridere, perché su questo tema quelli come il mio amico Enrico Letta sono il ‘bla bla bla’ fatto persona. Per anni hanno discusso, una volta erano i Dico, una volta i Pacs. Poi siamo arrivati noi e abbiamo fatto una legge, e oggi chi si ama può dire di sì davanti a un pubblico ufficiale indipendentemente dal proprio orientamento sessuale”, prosegue Renzi. “Sulla legge Zan hanno combinato un autogol, un pasticcio incredibile- ha proseguito il senatore a Rai Radio1- lo sapeva anche l’ultimo usciere del Senato che non c’erano i numeri. Loro però hanno preferito andar sotto per fare le piazzate”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Asse Fi-Italia Viva, Renzi: “Non mi sto spostando a destra, Sicilia da sempre terra di sperimentazioni” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

fonte notizia:: https://www.ragionierieprevidenza.it/?p=42133